Sito Basket
 

 
"I love this game"
Our most valuable player

Pubblicato da: Stefano Molle on 30th October 2007

Apriamo con quest’articolo un nuovo appuntamento settimanale in cui aggiorneremo di volta in volta i favoriti alla vittoria del premio di miglior giocatore della regular season, sperando di interagire con voi lettori, attraverso opinioni e commenti. Come prima puntata, proviamo a stilare una possibile classifica dei favoriti al premio per la stagione che sta per iniziare:


Dirk Nowitzki
Dirk Nowitzki
1.Kevin Garnett
È giunta l’ora della rivoluzione. Dopo anni ed anni di sostentamento sportivo a Minnesota, il velociraptor Garnett ha finalmente una squadra pronta a sfidare chiunque. Rimbalzista travolgente, attaccante inarrestabile ed ottimo difensore, nonché possibile leader della rinascita Celtics, Kevin non può temere confronti. Quote bulgareggianti per la vittoria finale del trofeo. Attesissimo.

2. Dirk Nowitzki
L’anno scorso ritirò il premio in giacca e cravatta, col faccione rosso e scusandosi per l’eliminazione precoce. Quest’anno, il tedescone dovrebbe essere più motivato che mai e trascinare i Mavs ad un’altra regular season tra le 55 e le 60 w. Praticamente illegale in attacco, deve migliorare la difesa e l’atteggiamento mentale, ma durante la stagione sono problemi superabili. Nei playoff, no. Riscatto.

3. Yao Ming
L’anno scorso fino all’infortunio era uno dei candidati principali alla vittoria. Poi la lunga assenza ed il crollo dei Rockets lo hanno escluso dalla lotta. Atteso alla consacrazione definitiva, con il sistema di Adelman e l’aiuto di Scola, potrebbe essere illegale. China Power.

4. Kobe Bryant
Individualmente il migliore senza troppe discussioni, Kobe ha bisogno che i Lakers facciano un po’ meglio del settimo posto della passata stagione, per poter sperare nella vittoria. Se ciò accade, è il favorito numero 1, altrimenti non basteranno neanche 50 punti di media. Il fatto che non l’abbia mai vinto suona comunque come una bestemmia. Jordan, il ritorno.

5. Steve Nash
Il canadese sembra sazio di trofei di mvp e punta soprattutto a portare a casa l’anello, anche perché la carta d’identità dice 33. Tuttavia, resta uno dei favoriti d’obbligo, data la classe, la squadra ed il rendimento. Fenomeno.



6. Tim Duncan
Citazione dovuta, anche solo per rispetto e riverenza. Tim è il più vincente e più incisivo giocatore dell’nba attuale, nonché una delle migliori power forward della storia del gioco. Tecnica sublime e poco spettacolo, silenzi e vittorie. Il migliore degli uomini squadra. E gli spurs non sono ancora cotti. Certezza.

7. Lebron James
Posizione bassina per The chosen one, ma l’immobilità estiva non gioverà ai Cavs, che avranno difficoltà ad entrare tra le prime quattro ad est. Il 23 si attesterà probabilmente su statistiche eccezionali, ma vale un po’ il discorso fatto per Kobe, che però, a differenza di Lebron, deve riscuotere qualche scortesia degli anni passati. Predestinato.



8. Gilbert Arenas
Agent 0 è oramai l’idolo delle folle statunitensi e non solo. Il suo blog su nba.com è un concentrato di ironia e saggezza, nonché di divertiti attacchi a chiunque non gli vada a genio. Oltre a scrivere però, il ragazzo sa giochicchiare anche abbastanza bene, tanto da aizzare le menti losangeline per il possibile dopo-Kobe. Intanto è pronto a vincere la Southeast e ad attaccare il 24 come re dei marcatori. Per l’mvp, forse, si può ancora aspettare. Imprevedibile.



9. Deron Williams
Il play di Utah sembra destinato a ricevere, insieme a Chris Paul, l’eredità di Nash, Kidd e Billups, proseguendo la stockoniana tradizione dei Jazz. Dopo l’esplosione fragorosa della stagione passata, è pronosticabile un’ulteriore crescita, sua e della squadra. Sottovalutato da molti, troppi. Crescita inarrestabile.

10. Carmelo Anthony
La situazione dei Nuggets è difficilmente analizzabile. Martin ritornerà al meglio? Camby ed Iverson inizieranno a sentire il peso degli anni? Nenè e Jr Smith saranno più in campo o in injured list? In tutto questo caos, l’unica certezza è Melo, galvanizzato dall’ottima esperienza col team U.s.a. e motivato come una molla dopo le tante polemiche dell’anno passato. Grinta, classe e tenacia. Melo rules.



Carmelo Anthony
Carmelo Anthony
Gli altri:

11. Chaunchey Billups: costante e vincente, anima dei Pistons.

12. Paul Pierce: leader morale di una delle favorite per il titolo, nonché giocatore completo e corretto.

13. Amare Stoudemire: se il fisico tiene, può arrivare ovunque. Esplosivo.

14. Tracy Mcgrady: posizione bassa, ma ci ha delusi troppe volte. Speriamo di sbagliarci.

15. Dwyane Wade: potenzialmente inarrestabile, ma gli Heat quest’anno soffriranno e c’è anche da valutare la reazione all’infortunio patito l’anno scorso.

16. Chris Bosh: in crescita continua, deve migliorare l’atteggiamento e la tenuta mentale.

17. Jason Kidd: tripla doppia dei media negli scorsi playoff, a 34 anni, Jason rimane uno dei tre migliori play del campionato. Peccato per i problemi fuori dal campo.

18. Pau Gasol: l’arrivo di Navarro dovrebbe aiutare il permaloso iberico. Se si integra con Milicic può crescere ancora.

19. Baron Davis: se riesce a fare più di 65 partite è un mezzo miracolo, ma quando è in campo, i Warriors si trasformano. Leader dentro e fuori dal parquet. Nobiltà.

20. Carlos Boozer: esploso anche lui l’anno paassato come Williams, dovrebbe riconfermarsi
sugli stessi, splendidi, standard. Anche per lui, però, c’è il pericolo-infermeria.


21. Josh Howard: giocatore spesso sottovalutato, se non è più in alto in questa graduatoria, è solo perché in squadra con lui c’è Dirk. Fondamentale.

22. Vince Carter: un po’ snobbato negli ultimi anni, Vincredible si assesterà come al solito oltre i 20 punti, aiutato dalle attenzioni del play di cui al numero 17. Per essere un serio candidato, i Nets dovrebbero vincere di più e lui dovrebbe salire di livello fino a puntare la classifica marcatori. Fly Man, Fly

23. Tony Parker: mvp delle scorse Finals, vive comunque nell’ombra di Duncan, con tutti i pregi
ed i difetti che ciò comporta. Se gli Spurs dominano la stagione, il trofeo va, probabilmente, a Tim.

24. Dwight Howard: c’è da vedere come reagirà alla vicinanza dello strapagato Lewis. Per ora, sembra ancora un po’ acerbo, molta potenza e poca tecnica. Il potenziale è comunque enorme. Amare secondo.

25. Kevin Durant: Oden è ko ed il trofeo di rookie of the year è suo anche se fa metà delle cose che ha fatto nella sua unica stagione al college. Se porta i Sonics ai playoff con un record interessante (cosa peraltro alquanto improbabile) potrebbe essere in corsa per il premio. Ma è più una provocazione che una possibilità. Talento, comunque, stellare.





Parole chiave: News , Basket , NBA , Rubrica , i love this game , 2007-08 , ottobre 2007 , 30 ottobre 2007




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

NBA
LAKERS CAMPIONI PER LA QUINDICESIMA VOLTA!
Orlando Magic sconfitti per 4 a 1. Decisivo Bryant.

Alice Cup
JOIN THE GAME ALICE CUP, LA FINALE A JESOLO
Nella splendida cornice di Jesolo (Ve) si è svolta la Fase Finale di Join the Game - Alice Cup

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
TEMPO DI SEMIFINALI PER BENETTON BASKET
Gara #1 di Montepaschi Benetton Basket si giocherà Sabato30

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA 2K7 per Xbox

NBA 2K7 per PlayStation 2

NBA Ballers: Rebound

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Live 07 per Xbox

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni. Vol. 2

NBA Live 07 per PC

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
crash taranto basket
Tutti i club