Sito Basket
 

 
"I love this game" n. 18
Gli USA di nuovo sul tetto del mondo

Pubblicato da: Stefano Molle on 29 Agosto 2008

Oro doveva essere ed oro è stato. La tanto decantata redenzione è arrivata, con relativa facilità e senza la pesante ombra dell’arroganza.
Gli U.s.a. sono campioni olimpici di basket.

La prima fase fila via liscia, punteggio pieno con 32,2 punti medi di scarto (31 punti rifilati alla Cina, 21 all’Angola, 23 alla Grecia, 37 alla Spagna ed addirittura 49 alla Germania di Nowitzki e Kaman) ed una sensazione di superiorità netta ed incontestabile.
I gironi fanno fuori Angola, Germania, Iran e Russia (campione d’Europa uscente), mentre ottima impressione destano Lituania, Argentina, Croazia e Spagna oltre, ovviamente, a team U.s.a.
Mattatori della squadra statunitense nella prima metà del torneo sono LeBron James (chiuderà con 15.5 punti, 5.3 rimbalzi e 3.8 assist, il 67.3% da 2 ed il 46.4% dall’arco) e Dwyane Wade (16 punti, 4 rimbalzi e 1.9 assist con il 73.6% da 2 ed il 47.1% dalla lunga distanza), mentre un sornione Kobe Bryant nasconde le sue cartucce migliori per le partite più importanti. La difesa, pur con evidenti e quasi ancestrali lacune, sembra aver fatto dei passi avanti rispetto alle precedenti edizioni, mentre l’attacco alla zona manda ancora in crisi le stelle americane; Il reparto lunghi, nonostante un Bosh in gran forma, desta inoltre qualche perplessità, rivelandosi molto meno produttivo del back-court; Qualche problemino si palesa infine per ciò che riguarda il playmaking, con un Kidd altalenante, ben sorretto ad ogni modo dalle nuove leve Paul e Williams.
I quarti di finale offrono la sfida contro l’Australia, già affrontata e battuta (non senza qualche difficoltà) nell’amichevole pre-olimpica. La squadra allenata da coach Brian Goorjian regge un quarto (25-24) e crolla a cavallo tra secondo e terzo periodo (64-37 il parziale inflitto dagli americani), chiudendo poi in maniera dignitosa sul 116-85 (frutto, tra le altre cose, di un poco dignitoso 57-28 sotto i tabelloni). L’mvp della serata è Kobe Bryant (25 punti, 5 rimbalzi, con 6/9 da 2 e 4/7 da 3), devastante nel terzo quarto e leader (emotivo, difensivo, in questo caso anche offensivo) di team U.s.a. assieme a Lebron; Ottimo contributo arriva anche da Bosh (10 e 6 rimbalzi in 17 minuti) e Carmelo Anthony (15 punti in 19 minuti), mentre tra gli australiani si fa notare un Patrick Mills (20 anni compiuti durante i giochi) in gran forma (20 punti).

La semifinale ripropone l’attesa sfida all’Argentina campione olimpica ad Atene. L’inizio dei sudamericani è inquietante: dal 4-3 iniziale passano al 4-21 subendo un terribile parziale di 18-0 e perdendo, proprio in quei minuti, Manu Ginobili, fermato dai soliti problemi alla caviglia che fanno passare notti insonni anche in Texas. Il primo periodo si chiude sul 30-11 U.s.a., ma nel secondo arriva la reazione d’orgoglio degli argentini, guidati da un magistrale Luis Scola (28 punti, 11 rimbalzi, 2 rubate, 2 stoppate e 2 perse con 13/21 al tiro) e da un incostante Carlos Delfino (17 ed 8 rimbalzi ma solo 6/18 al tiro), capace come suo solito di esaltare la folla con triple impossibili e di fare, pochi secondi dopo, giocate da serie D. A metà gara gli Stati Uniti sono avanti di nove punti, ma la reazione degli argentini evapora negli spogliatoi; Senza il loro miglior giocatore e stremati dal punto di vista fisico e nervoso, i bianco-azzurri mollano un po’ la presa sulla partita e gli U.s.a., che chiudono con sette giocatori in doppia cifra, ne approfittano, ottengono l’attesa rivincita e volano in finale, dove ad attenderli ci sono i campioni del mondo della Spagna che poche ore prima hanno batutto la Lituania di Jasikevicius (miglior assist-man del torneo).

L’atto conclusivo del torneo è una partita a sé, staccata dal resto della competizione. Gli statunitensi partono forte ed a fine primo quarto sono avanti di 7 punti (che diventeranno 8 alla fine del secondo parziale) grazie ad uno straordinario Wade (chiuderà la gara con 27 punti, 4 stoppate e tre soli errori al tiro). Gli iberici reggono comunque bene, vicono la lotta a rimbalzo (37-31) e si affidano ad uno strepitoso Rudy Fernandez (22 punti con cinque triple ed un paio di numeri da circo) che, con l’aiuto di Gasol (22 punti) e Navarro (18 punti), mette paura agli americani.
Ad otto minuti dal termine il punteggio è: 89 Spagna – 91 U.s.a.
In questo momento inizia lo show di Kobe Bryant: canestro del 93-89, assist a Deron Williams per la tripla del più 7, assist a Dwight Howard per il più 9, tripla del più 9 dopo che Fernandez aveva accorciato le distanze con un tiro pesante. Poi, a 3:10 dal termine, con la Spagna riavvicinatasi a 5 punti, la giocata che chiude la gara: tripla da sette metri abbondanti più tiro libero aggiuntivo, causato dal fallo di Fernandez che peraltro esce per falli proprio in quell’istante.

La partita e l’olimpiade finiscono in quei secondi (sarà Wade con una tripla a 2:03 dalla fine a spegnere gli ultimi tentativi spagnoli).
Gli ultimi 3 minuti sono un concentrato di allegria, nervosismo, rabbia, falli tecnici ed esultanze. Dopo otto anni, gli Stati Uniti sono di nuovo sul tetto del mondo della pallacanestro, si riprendono ciò che sembra essere loro per diritto divino, ciò che avevano perso nelle ultime sciagurate edizioni di olimpiadi e mondiali.
Il dito sulla bocca di Kobe dopo la giocata decisiva, oltre che zittire lo stadio, fa scendere il silenzio sull’eterna sfida tra U.s.a. e resto del mondo.
Calate il sipario, questa volta i campioni sono loro.




Parole chiave: News , Basket , Rubrica , Nazionali , i love this game , agosto 2008 , 2008-09 , 29 agosto 2008




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

Legabasket
BENETTON A JESOLO, PROFUMO D’EUROPA
DOMANI SERA CONTRO L’OLIMPIA LUBIANA

Legabasket
I PLAY OFF INIZIANO
MARTEDì 19 GARA 1 AL PALAVERDE

Basket
L’Harem pronta per la sfida alla Dinamo
La gara n°664 valevole per gara1 delle semifinali play-off si giocherà domenica 17 maggio

Alice Cup
JOIN THE GAME ALICE CUP, LA FINALE A JESOLO
Nella splendida cornice di Jesolo (Ve) si è svolta la Fase Finale di Join the Game - Alice Cup

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
TEMPO DI SEMIFINALI PER BENETTON BASKET
Gara #1 di Montepaschi Benetton Basket si giocherà Sabato30

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA Live 07 per PSP

NBA. I giganti del campionato NBA

Fronte del Basket

NBA. Le cento migliori azioni

Almanacco ufficiale del campionato italiano di basket

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Independent 3 Up 3 Down Windbreaker

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

NBA 2K7 per Xbox

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
legea scafati basket
Tutti i club