Sito Basket
 

 
Qui Lakers
Gialloviola primi ad Ovest; il racconto dell'ultimo back to back

Pubblicato da: Benedetto Giardina e Roberto Viarengo on 17th January 2008

Il punto sulla stagione (Benedetto Giardina).La stagione era iniziata con i dubbi su Kobe, i fischi dello Staples Center dopo la prima con i Rockets, le aspettative su Bynum e la quasi certezza (se non rassegnazione) che questo campionato non li avrebbe visti come protagonisti principali. In effetti i dubbi sui Lakers sono sempre stati forti, sostenuti da chi accusa i lacustri di essere troppo Kobe-dipendenti e da chi non li ha mai visti come una squadra all’altezza delle grandi del West. Eppure, zitti zitti, i Lakers per il momento si godono il miglior record della Western Conference, arrivato non solo per i meriti di Bryant, ma anche per merito di alcuni “insospettabili”. Primo di questa lista è sicuramente Andrew Bynum, da cui tutti si aspettavano la definitiva esplosione e non ha deluso le aspettative. Un mostro in attacco, forse un po’ debole in difesa, ma la carta d’identità è dalla sua parte e ha ampi margini di miglioramento. Purtroppo contro Memphis si è infortunato e starà fuori due mesi, una brutta tegola per i gialloviola, che così perdono uno dei giocatori più brillanti di questa regular season, proprio quando il calendario offre un tour de force da far paura a qualsiasi squadra. Altra sorpresa di questi Lakers è Trevor Ariza, un altro giovane che si è inserito alla grande negli schemi di Phil Jackson. Ottimo difensore, buona tecnica anche in attacco, di questo passo può diventare un punto fermo anche per il futuro. Però per quanta importanza possano avere queste sorprese, il trascinatore resta sempre lui: Kobe Bryant. Quest’anno il 24 si è messo di più al servizio della squadra e pure quando non colleziona buone percentuali al tiro dimostra sempre di essere un leader. Dopo l’infortunio di Bynum sembra essere tornato a caricarsi tutto il peso della squadra sulle spalle, come dimostrano i tiri che si è preso a Seattle (21-44 da due e 2-8 da tre), però con una squadra che gira bene attorno a lui non si pongono problemi. Merita un discorso a parte Fisher, anzi merita 10 minuti di applausi a parte questo play che viaggia a 12 punti di media, ma con una puntualità impressionante nell’infilare canestri nei momenti critici del match. Ritornato a Los Angeles dopo tre stagioni per far curare la figlia, adesso dimostra di poter essere un cardine della squadra. Chiude il quintetto Lamar Odom, forse la fonte massima dei dubbi sui Lakers, uno a cui non si chiedono molti punti, che però è capace di sfornare prestazioni come quella con i Pistons (25 pts e 15 rbs). Comunque restano sempre dei dubbi su Lamarvellous e ora, senza Bynum, tocca a lui reggere i gialloviola in difesa. Da menzionare anche Crittenton, che si è mostrato incisivo sia contro Memphis che contro Seattle, Turiaf, ritornato dopo l’infortunio forse addirittura più esplosivo di inizio campionato, e Farmar, miglioratissimo sia nell’uno contro uno che nel tiro dalla lunga distanza. Restano invece delle delusioni i vari Walton, Radmanovic e soprattutto Kwame Brown, al quale adesso spetta il difficile compito di sostituire Bynum. Per quanto riguarda la stagione, per il momento, come scritto sopra, i Lakers sono primi a West, però tra l’infortunio di Bynum e il tour de force che li aspetta, difficilmente manterranno la leadership fino a fine stagione, comunque rientrano a pieno titolo nel novero delle squadre con maggiori probabilità di approdare ai playoff e trovarseli come avversari al primo turno non sarà certo una cosa piacevole.


kob
Kobe Bryant (yahoo.com)
Un back to back da sogno...(Roberto Viarengo).Dopo la vittoria casalinga con i Bucks, la quinta consecutiva, i Lakers si trovavano davanti un back to back che avrebbe potuto dire molto di questa squadra riguardo i suoi limiti ma anche le capacità di affrontare partite semplici, solo sulla carta, cruccio principale della scorsa stagione.

Domenica notte gli uomini di Jackson sono scesi in campo davanti gli occhi del pubblico amico per affrontare un avversario a volte indecifrabile nel corso di questa stagione, i Grizzlies di Memphis, capaci a volte di compiere imprese, ma nello stesso tempo, anche di complicarsi la vita con le proprie mani.
Con i primi 2 quarti che segnavano un quasi netto predominio giallo-viola, con i Lakers avanti di 10 punti all’intervallo, guidati da un Kobe in serata che è riuscito a mettere a referto a fine gara una prova da 37 punti, la squadra di casa si è poi trovata davanti l’irreparabile al rientro sul parquet di gioco. Durante il terzo quarto, nel tentativo di prendere un rimbalzo, il giovane centro los angelino, Andrew Bynum, cade male sul piede d’appoggio, restando a terra per qualche minuto e facendo così temere a tutta la sua panchina ed i suoi tifosi il peggio. Il 17 giallo-viola viene portato fuori a spalla ed è subito evidente che l’entità di un eventuale infortunio non sarebbe stata cosa da niente, specie per le espressioni di dolore sul volto del giovane atleta. Con il cuore in campo ma la testa altrove, L.A. riesce a raggiungere la sua sesta vittoria consecutiva in stagione e la giocata della notte arriva proprio da chi non t’aspetti, ovvero quel Kwame Brown tanto criticato in California (..e non solo), che dopo esser riuscito a mettere un libero quasi allo scadere, riesce poi, con una splendida giocata difensiva, a limitare l’ultimo assedio degli ospiti che sconsolati depongono l’ascia di guerra di fronte al centro los angelino. 100 a 99 L.A. il risultato finale, con un Bryant miglior marcatore dell’incontro, seguito a ruota da Miller, l’ultimo a voler accettare una sconfitta, con 27 punti e 5 rimbalzi. 26 a 22 Lakers il mini parziale messo a segno dalle due panchine.

Dopo la vittoria di un punto con i Grizzlies nei secondi finali, i Lakers vanno a chiudere questo back to back alla Key Arena di Seattle, dove ad attenderli, oltre al solito Durant, trovano Ridnour e Wilcox al rientro.
I giallo-viola iniziano il match tentando di ritrovare gli equilibri migliori con Brown in quintetto al posto dell’infortunato Bynum, che gli esami clinici hanno stabilito dovrà stare lontano dal parquet di gioco per i prossimi 2 mesi, proprio a causa dell’infortunio al ginocchio rimediato nel match precedente.
Seattle parte in quarta e sin dall’inizio si evince che sarà un match combattuto fino all’ultimo, le squadre si tengono punto a punto fino al primo riposo sul punteggio di 29-28 in favore dei padroni di casa.
Nel secondo periodo di gioco escono fuori i Lakers che iniziano a carburare e guidati da un Bryant ispiratissimo riescono prima a contenere gli avversari e poi a farsi sotto chiudendo il primo tempo in vantaggio di 2. Male Odom e Walton per gli ospiti, tra i padroni di casa è Collison a far paura, che con grande grinta e determinazione trascina la squadra per quasi tutto il match, specie nel riportarla in vantaggio in chiusura di terzo quarto con il parziale di 29 a 23 firmato Sonics. Nell’ultimo periodo di gioco sono i Lakers a tirare fuori l’orgoglio e con un immediato parziale di 8 a 1 riaprono il match. I padroni di casa non mollano ed anche in questa frazione di gioco si torna a lottare punto a punto, diventando nel finale una sfida personale tra Durant e Kobe. Il 24 giallo-viola ha l’opportunità di regalare la doppiavvù ai suoi nei secondi finali di match, ma una buona giocata difensiva dei padroni di casa glielo impedisce e rimanda la fine del match in overtime.
Negli ultimi 5 minuti succede davvero di tutto, prima va avanti Seattle, poi recuperata da L.A. che in un primo momento sembrava ormai spacciata avendo sprecato 2 possessi fondamentali. Gli uomini di Jackson però si armano di coraggio e buona volontà, e in un finale dove il susseguirsi di timeout è pressoché scontato, è il rookie dei Sonics stavolta a sbagliare il matchpoint, sull’altro fronte invece, dopo aver letteralmente rialzato i suoi e condotti fantasticamente fino alla fine, il 24 la mette a modo suo mandando L.A. avanti di 2 con 4 secondi sul cronometro; ottima difesa giallo-viola e la preghiera tirata in cielo da Seattle sulla sirena non viene accolta, risultato: Lakers 123, Sonics 121. Settima vittoria consecutiva per i giallo-viola, che tranne la dolente nota di Bynum, tornano ad L.A. dopo un altro splendido back to back.
Tra i padroni di casa sono ben 7 gli uomini in doppia cifra e tra questi sono senza dubbio da segnalare la prova di Collison (24 pts, 18 reb). Sono 5 invece gli uomini in doppia cifra per i Lakers tra i quali spicca ovviamente il miglior marcatore dell’incontro, Bryant, che segna il suo season-high con 48 punti.

A molte persone è passata anche solo per un attimo in mente, l’idea, o forse la paura, che ai Lakers possa accadere ciò che sia successo lo scorso anno, ovvero un’infinità d’infortuni nel momento più prolifico della squadra, pronto a demolire ciò che di così fantastico si sta creando, ma i Lakers di quest’anno non sono quelli del 2007, questa è una squadra che sta davvero iniziando a carburare, sta crescendo e maturando facendo suo il gioco stesso nonché avversari e match che nella scorsa stagione facevano loro invece terra bruciata sugli uomini in gold & purple.

I giallo-viola hanno ora un parziale W/L di 26/11 e grazie a questa settima vittoria consecutiva, scavalcano i Suns andando a prendersi la testa della Pacific division, nonchè quella dell’intera Western conference, grazie anche alla sconfitta dei Mavs per mano dei Kings.
Kobe e compagni faranno ora rientro nella città degli angeli e disputeranno il loro prossimo incontro nella notte tra giovedì 17 e venerdì, allo Staples, ore 4:30 (ora italiana), proprio contro Phoenix, in un match carico di adrenalina come fosse in pieno stile playoffs, con Kobe da una parte, orfano del suo centro, a voler continuare la striscia positiva giallo-viola e di conseguenza il primato della Western, e il canadese dall’altro, con un’immensa voglia di rivalsa dopo le recenti sconfitte contro la squadra los angelina.





Parole chiave: Basket , NBA , Focus , Los Angeles Lakers , 2007-08 , gennaio 2008 , 17 gennaio 2008




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

NBA
LAKERS CAMPIONI PER LA QUINDICESIMA VOLTA!
Orlando Magic sconfitti per 4 a 1. Decisivo Bryant.

Legabasket
PLAY OFF BENETTON BASKET: TUTTO BLOCCATO, VENERDI’ NON SI GIOCA
Il calendario dei play off subirà uno slittamento a causa del ricorso presentato dalla Fortitudo Bologna

Legabasket
DA LAS VEGAS UN GIOIELLO PER LA BENETTON BASKET
CARTIER MARTIN, EX BOBCATS, 20 DI MEDIA ALLA SUMMER LEAGUE

News
JOIN THE GAME – ALICE CUP, I VINCITORI DELLO SCUDETTO 3 vs. 3
FINALI A JESOLO DAVANTI A 2.500 PERSONE

Legabasket
BENETTON A JESOLO, PROFUMO D’EUROPA
DOMANI SERA CONTRO L’OLIMPIA LUBIANA

Legabasket
I PLAY OFF INIZIANO
MARTEDì 19 GARA 1 AL PALAVERDE

Basket
L’Harem pronta per la sfida alla Dinamo
La gara n°664 valevole per gara1 delle semifinali play-off si giocherà domenica 17 maggio

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

NBA Live 07 per PC

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate

NBA Live 07 per PS2

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate. Vol. 2

NBA Live 07 per PSP

NBA. I giganti del campionato NBA

NBA. Le cento migliori azioni

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

NBA 2K7 per Xbox

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
Virtus Bologna La Fortezza
Tutti i club