Sito Basket
 

Qui Lakers
Atlanta battuta con facilità; all'interno l'analisi dell'ultimo scorcio di stagione

Pubblicato da: Roberto Viarengo on 20th February 2008

rad
Radmanovic (yahoo.com)
Ebbene si, sono ormai trascorsi circa due terzi di stagione regolare ed il campionato Nba inizia ad entrare nel vivo di un’emozione che ci condurrà poi fino in estate.
L’All Star Game, celebrata quest’anno a New Orleans, ha regalato i soliti bei momenti di spettacolo, allegria, ma anche aiuto nel sociale, da parte degli addetti ai lavori, in una città, devastata poco tempo fa dalle forze della natura.

Ora però si è tornato a giocare, lo hanno fatto anche i Lakers, contro Atlanta, e lo hanno fatto tra le mura amiche dello Staples in un match che ha davvero poco da raccontare perché sembrato esageratamente facile per gli uomini di Jackson, che presa la testa della gara, non l’hanno mai mollata fino al termine, e non essendo mai impensieriti minimamente da una squadra che neanche una settimana prima aveva scosso in maniera determinante i los angelici e che stanotte annoverava tra le proprie fila, anche la new entry Mike Bibby.
Kobe e compagni si sono aggiudicati i parziali di quarto rispettivamente con i punteggi di 32-14, 41-23, 32-24 (in favore Hawks) e 25-24. come già detto il risultato finale non è mai stato messo in discussione, grazie soprattutto alla determinazione mostrata dalla squadra di casa in ogni suo elemento, ad iniziare dai due migliori marcatori del match Bryant e Gasol (23 pts), per passare poi ad Odom (17 pts e 15 reb), per finire poi addirittura con Coby Karl, che in un paio d’azioni nel finale ha voluto mettere in luce tutta la sua voglia di giocare e fare bene per questi colori.
Sono quattro i giocatori in doppia cifra per Atlanta con Joe Johnson miglior marcatore della squadra ospite(18 pts); sono invece sei per i padroni di casa, che a quelli citati sopra vanno aggiunti Fisher, Radmanovic e Farmar.

I Lakers hanno ora un parziale W/L di 36/17 ed essendo in back to back voleranno oggi stesso, direzione Arizona, Phoenix, dove nella notte del probabile debutto di Shaq con la nuova maglia, sfideranno i Suns per strappargli in casa una vittoria e soprattutto la testa della Western. Il match si giocherà alle 3:00 (ora italiana) e rappresenta sicuramente il big match della notte.

I Lakers insomma se ne rivanno già in trasferta, stanotte appena infatti avevano rigiocato in casa dopo un lungo periodo di assenza tra le mura dello Staples, mura che non vedevano addirittura dal 29 gennaio, quando s’imposero contro i Knicks per 120 a 109, prima di iniziare poi un lungo tour di trasferte che è doveroso analizzare, anche se velocemente, per fare un po’ il punto della situazione.

Il 31 gennaio i Lakers sono volati a Detroit per vedersela con i Pistons e giocarsi un back to back che sarebbe poi finito il giorno seguente a Toronto. Amara sconfitta contro Billups e compagni, amara per il semplice fatto che si aveva la partita in mano e si è lasciata andare nel finale con giocate degne d’insulti, sul punteggio di 90 a 89 per Detroit; vittoria poi contro i Raptors di Bargnani, autore di un career-high da 28 punti, che a nulla sono serviti però contro i 46 di Kobe, risultato: 121 a 101 per gli uomini di Jackson.
Domenica 3 febbraio, quando tutta l’America si preparava a gustarsi il Superbowl, vinto poi dai Giants di NY contro i New England Patriots, Bryant & co. sono volati nella capitale dove ad attenderli c’erano i Wizards, che nulla hanno potuto contro i giallo-viola, servendogli una doppiavvù, grazie al punteggio finale di 103 a 91. Martedì 5 febbraio è stato invece il giorno tanto attesto, quello del debutto di Pau Gasol, che grazie ad una splendida prova da 24 punti, 12 rimbalzi e 4 assist, ha aiutato i lacustri a raggiungere la terza vittoria consecutiva in questo mini tour, stavolta ai danni dei Nets, con il punteggio finale di 105 a 90. Il giorno seguente poi altro back to back, ma vuoi la stanchezza che si iniziava ad accumulare, vuoi anche un approccio mentale sbagliato al match, culminato poi nel finale con scelte inspiegabili, ha fatto si che Kobe e compagni interrompessero la loro striscia positiva, andando a rimediare una elle in quel di Atlanta, con il risultato finale di 98 a 95 in favore dei padroni di casa.
Dopo la partita persa con gli Hawks, altre 4 trasferte attendevano i Lakers prima della pausa per l’All Star Week-end di New Orleans, e gli uomini di Jackson, scossi probabilmente dalla sconfitta in Georgia, decisero poi di scendere in campo con un’altra determinazione per le restanti gare prima del ritorno a casa. Con Pau che in pochissimo tempo trovava già il modo migliore per ambientarsi, Kobe guidava la squadra con grande maestria, lasciando spesso le luci della ribalta alla new entry spagnola, che ha ripagato il suo numero 24 con prestazioni di alto livello, che, unite a quelle di quasi tutto il roster, hanno fatto si che i giallo-viola inanellassero una serie di quattro vittorie consecutive, rispettivamente con Orlando, Miami, Charlotte e Minnesota, terminando di fatto questo tour di trasferte con uno splendido parziale W/L di 7/2, inaspettato alla partenza, ma poi con l’unico rimpianto, anzi, che per come si erano messe le cose avrebbe potuto addirittura risolversi con un 9/0.

In queste 9 partite è successo davvero di tutto, come prima cosa ovviamente l’arrivo dello spagnolo, il quale ha piacevolmente sconvolto il roster dei Lakers, che ha iniziato da subitissimo a trarre beneficio dalla classe del numero 16, nonché dalla sua voglia di gloria. Lo spagnolo è un giocatore ideale per la triangolo, che sta già assimilando in pochissimo tempo. I giallo-viola infatti con il suo arrivo sono cresciuti in maniera esponenziale, sia in fase offensiva che difensiva, dimostrano più fluidità di gioco, più sicurezza ed ora la determinazione in campo, sembra esser diventata una dote fissa di questo team, della quale in precedenza, spesso ne era orfana. I primi a trarne beneficio sono ovviamente proprio Kobe e Lamar, dato facilmente visibile dai loro box score.
La nota negativa c’è comunque stata in questo periodo, e neanche a farlo apposta è stato un problema d’infortuni, nel quale è incappato proprio il 24, rimediando un problema di legamenti e microfratture al dito mignolo della mano destra. In un primo momento si paventava anche l’idea di un intervento, che avrebbe però tenuto Kobe lontano dal parquet per un periodo dalle 6 alle 8 settimane, il 24 giallo-viola, in accordo con lo staff medico dei Lakers, ha deciso allora di rinviare l’operazione a data da destinarsi, probabilmente in estate dopo le olimpiadi alle quali il Black Mamba californiano proprio non vuole mancare.
Per ora il dito ha risposto bene, grazie anche ad un uso intelligente della mano da parte del 24 e proseguiamo ora nella speranza che non condizioni troppo il talento los angelino. Pessime notizie invece per Travor Ariza, è infatti recente la notizia che lo lo vedrebbe ancora lontano dai campi di gioco per molto tempo, si parla infatti di stagione finita per lui, rischiando seriamente di non fare in tempo ad essere pronto per essere iscritto nelle liste dei Playoffs e ciò sarebbe un vero peccato, perché a mio avviso rappresenterebbe un’ottima aggiunta per questo roster, sia ora ma soprattutto in ottica post-season.
Per quanto riguarda Bynum invece la situazione è ancora da definire al 100%, sembrerebbe comunque che il bambinone stia rispondendo bene alle cure, nonostante notizie iniziali che prospettavano a rischio anche il rientro del numero 17, probabilmente il più atteso, non solo per quanto di buono aveva fatto vedere fino all’infortunio, ma anche per la grande curiosità di vederlo accanto a Gasol, nella speranza di molti che si possano rivedere due Twin Towers, in appoggio a Bryant, prima opzione assoluta, e magari con un Odom, che da quarto violino, potrebbe finalmente dare a questa squadra un aiuto determinante a lottare per qualcosa d’importante, che se tutto dovesse girare a meraviglia, alcune persone chiamano passaggio del primo turno dei Playoffs, ma quasi tutti, chiamano titolo.







Parole chiave: News , Basket , NBA , Los Angeles Lakers , 2007-08 , Atlanta Hawks , febbraio 2008 , 20 febbraio 2008




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

NBA
LAKERS CAMPIONI PER LA QUINDICESIMA VOLTA!
Orlando Magic sconfitti per 4 a 1. Decisivo Bryant.

Alice Cup
JOIN THE GAME ALICE CUP, LA FINALE A JESOLO
Nella splendida cornice di Jesolo (Ve) si è svolta la Fase Finale di Join the Game - Alice Cup

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
TEMPO DI SEMIFINALI PER BENETTON BASKET
Gara #1 di Montepaschi Benetton Basket si giocherà Sabato30

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA 2K7 per Xbox

NBA 2K7 per PlayStation 2

NBA Ballers: Rebound

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Live 07 per Xbox

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni. Vol. 2

NBA Live 07 per PC

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
Airone Team
Tutti i club