Sito Basket
 

 
Inizia la stagione Nba
Le aspettative dei tre azzurri

Pubblicato da: Andrea Zunino on 28 ottobre 2008

Ci siamo. Ancora poche ore e dopo lunghi mesi di attesa riparte ufficialmente il carrozzone Nba. Certo in estate ci son stati prima il draft, poi le varie Summer League, i colpi di mercato e infine la preseason. Ma tutto questo è stato come al solito solo uno sfizioso antipasto, niente di paragonabile a quello che si potrà gustare a partire da questa notte, quando al Garden di Boston verrà alzata la prima ufficiale palla a 2 della stagione.


bargnani belinelli
Andrea Bargnani e Marco Belinelli (corrieredellosport.it)
Come tradizione in campo per la prima partita scenderanno i campioni in carica, quei Celtics che cercano senza dubbio di ripetersi, visto il nucleo pressoché invariato rispetto alla scorsa stagione. Di fronte una delle avversarie che cercheranno maggiormente di dare fastidio, i Cleveland Cavs di LeBron James, che dopo l’esaltante Olimpiade cinese è probabilmente il principale favorito come successore di Kobe nell’albo degli Mvp. Gli avversari più accreditati sono i soliti, dai Pistons a Orlando, passando per le numerose corrazzate dell’Ovest, con Spurs, Lakers, Rockets, Mavs, Hornets, Jazz e Suns sempre pronte a dar battaglia. Poi ci sono le scommesse, dai giovani e talentuosissimi Blazers ai nuovi Sixers di Elton Brand, che magari non lotteranno per il titolo, ma scalpitano per trovare una propria nicchia nell’élite della Lega. Per quel poco che può valere la preseason ha mostrato ottime prestazioni anche da parte dei Nuggets, nonostante un impegno non certo stakanovista delle sue due stelle, e soprattutto dai giovani T-Wolves che, guidati da un potenziale dominatore come “Big Al” Jefferson (15 e 9 in poco più di 25 minuti nelle partite pre-stagionali) cercheranno di dare un senso alla propria storia post KG.
Ma veniamo a quello che più di ogni altra cosa interessa a gran parte degli appassionati italiani di pallacanestro: i nostri tre ragazzi, che per svariati motivi hanno passato un’estate piuttosto tribolata, con considerevoli alti e bassi.
Partiamo dal “veterano” Andrea Bargnani, che a 23 anni si appresta a cominciare la terza stagione tra i pro, portandosi sulle spalle il pesante fardello delle aspettative di un’intera nazione cestistica, che tanto lo ha criticato negli ultimi mesi per essersi rifiutato di giocare con la Nazionale durante l’estate. Il Mago ha sostenuto che per lui lìazzurro è importante e che dall’estate prossima ci sarà di sicuro, ma che aveva troppo bisogno di fare un lavoro specifico coi suoi allenatori negli States (e anche a Treviso) per prepararsi al meglio per la stagione che si appresta a cominciare. I suoi sostenitori lo hanno capito, perché in effetti il deficit a livello fisico nei confronti dei suoi pariruolo era evidente, ma a molti tifosi azzurri il “No” di Andrea non è proprio andato giù. Certo è che il Mago si è presentato sul parquet dell’Air Canada Center tirato a lucido, con le spalle larghe e un bel paio di bicipiti gonfi. E le prestazioni in preseason sembrano per il momento dare ragione ai suoi allenamenti personali: 15 punti, conditi da 5 rimbalzi e una stoppata abbondante a sera, e soprattutto un impatto decisamente migliore di quel Jermaine O’Neal che i Raptors hanno messo sotto contratto per dare una svolta sotto canestro. Andrea ha mostrato notevoli miglioramenti nel gioco sotto i tabelloni, ha ricevuto i complimenti di compagni e allenatore e sembra aver cambiato radicalmente il proprio atteggiamento. Da notare anche il fatto che in tutta la preseason (7 partite), si è preso solo 10 triple, non abusando quindi del tiro pesante, una delle maggiori critiche che gli sono piovute addosso durante la sua scorsa stagione in chiaroscuro. Si tratta solo di amichevoli, ma l’inizio è decisamente positivo. È peraltro notizia recentissima che Bargnani ha rinnovato con i Raptors fino al 2014.
Più difficile sembra la situazione di Marco Belinelli, reduce da una stagione da rookie passata principalmente a scaldare le panchine in giro per gli States e a sventolare asciugamani. Anche lui è reduce dal rifiuto all’azzurro, che forse gli ha però portato meno critiche rispetto a quelle ricevute da Bargnani: i tifosi italiani hanno saputo essere più comprensivi verso Marco, reduce da una pessima stagione e oggetto di minori aspettative rispetto al romano, che deve fare i conti anche con il peso della prima chiamata assoluta. Per Beli l’estate aveva portato segnali positivi: paradossalmente il mercato sciagurato dei suoi Warriors, con la cessione del Barone, e il caso Monta Ellis sembravano avergli aperto grande spazio. Ed effettivamente l’inizio di preseason è stato scintillante, con 15 punti, 3 rimbalzi e 3 assist di media nelle prime tre partite giocate. In chiusura però son venute due prestazioni davvero opache, con 2 punti in 31 minuti totali. Forse si è trattato solo di due occasionali flop, o semplicemente Don Nelson aveva già visto tutto quello che doveva vedere da Marco, preferendo sperimentare nuove mosse nel finale del precampionato. Sta di fatto che il grande ottimismo che si era creato nei primi mesi estivi è leggermente scemato, anche se è fuori da ogni dubbio che il “cinno” di San Giovanni in Persiceto avrà durante questa stagione più possibilità rispetto alla scorsa per mettere in mostra il proprio talento.
Per chiudere bisogna parlare un po’ del nostro rookie, cioè del Gallo. Il grande finale di stagione dello scorso anno e i vari workout svolti in estate lo hanno progressivamente e clamorosamente fatto salire nelle liste di preferenza degli scout Nba, fino a portarlo alla sesta scelta assoluta da parte dei nuovi Knicks di Mike D’Antoni. La reazione del pubblico statunitense và detto che non è stata delle più entusiaste, in quanto è risaputo come la cultura americana sul basket d’oltreoceano sia piuttosto scarsa e su come si preferiscano i talenti creati nei college in patria. Resta il fatto che il Gallo è approdato in una grande città, che aldilà del pubblico notoriamente difficile e pretenzioso, ha una squadra di grande tradizione, con un grande allenatore, peraltro molto “europeo”, viste anche le esperienze passate maturate nel bel paese dall’ex playmaker dell’Olimpia. Purtroppo i problemi di Danilo vengono dal suo fisico. La sciatalgia gli ha permesso di giocare una sola partita durante la Summer League di Vegas e neanche una con la maglia della Nazionale, che per un po’ di tempo ha seguito da bordo campo per fare il tifo per i propri compagni. Nelle ultime settimane il Gallo è stato al centro di numerosi rumours della prolifica stampa statunitense: prima è stato considerato oggetto della fiducia di D’Antoni, poi etichettato come delusione, in seguito spedito più volte nella D-League, per poi tornare ad essere ancora una volta una grande promessa e una futura stella di grande talento dei Knicks. Come tutti sanno i giornali della Grande Mela sono una fonte tutt’altro che attendibile, ma quel che è certo è che Gallinari non si trova in una situazione facile e, ora che sembra in grado di sopportare il dolore e che si sta allenando con i compagni, dovrà faticare parecchio per trovare il giusto feeling con la pallacanestro a stelle e strisce e soprattutto un buono spazio nelle rotazioni di coach D’Antoni.





Parole chiave: News , Basket , NBA , Danilo Gallinari , Marco Belinelli , Andrea Bargnani , ottobre 2008 , 28 ottobre 2008 , 2008/09




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

NBA
LAKERS CAMPIONI PER LA QUINDICESIMA VOLTA!
Orlando Magic sconfitti per 4 a 1. Decisivo Bryant.

News
JOIN THE GAME – ALICE CUP, I VINCITORI DELLO SCUDETTO 3 vs. 3
FINALI A JESOLO DAVANTI A 2.500 PERSONE

Legabasket
BENETTON A JESOLO, PROFUMO D’EUROPA
DOMANI SERA CONTRO L’OLIMPIA LUBIANA

Legabasket
I PLAY OFF INIZIANO
MARTEDì 19 GARA 1 AL PALAVERDE

Basket
L’Harem pronta per la sfida alla Dinamo
La gara n°664 valevole per gara1 delle semifinali play-off si giocherà domenica 17 maggio

Alice Cup
JOIN THE GAME ALICE CUP, LA FINALE A JESOLO
Nella splendida cornice di Jesolo (Ve) si è svolta la Fase Finale di Join the Game - Alice Cup

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate. Vol. 2

NBA Live 07 per PSP

NBA. I giganti del campionato NBA

NBA. Le cento migliori azioni

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA 2K7 per Xbox

NBA 2K7 per PlayStation 2

NBA Ballers: Rebound

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
arilica
Tutti i club