Sito Basket
 

 
Whirlpool Varese-Tisettanta Cantù 80-69
5000 anime biancorosse spingono Varese in paradiso

Pubblicato da: Giovannimatteo Tuzzi on 29th April 2007

VARESE.Cantù inizia bene, ma nel secondo tempo viene spazzata via da una grande Whirlpool, a Masnago finisce 80-69.

Ci sono delle sere belle da morire, dove vorresti festeggiare fino al mattino, dove vorresti esserci sempre: ieri è stata una di quelle, fantastiche notti di basket, di passione, di tifo e soprattutto di derby.
Varese-Cantù, una storia infinita, mai ripetitiva, tanto suggestiva e magnifica, che ieri sera ha aggiunto un altro tassello alla sua lunga serie: la Whirlpool vince meritatamente, con un secondo tempo da leoni indomabili, entrati in campo con gli occhi della tigre e con il cuore di 5000 pazzi biancorossi, pazzi di gioia, pazzi di quei due colori, che amano allo sfinimento, che trascinano i loro beniamini al settimo cielo.
Una difesa ermetica, una squadra come non la si vedeva da molto tempo, hanno ben contrastato la sua lontana parente che ha giocato i primi due quarti, contratta, tesa e con una pressione enorme addosso; sì, perché quando vedi una curva così bella e un palazzo pieno come una bomboniera, allora capita di sentire un po’ la pressione, ma prima o poi dovrai tirare fuori il sangue per dimostrare a tutta quella gente che ci tieni sul serio, perché non puoi deluderli stavolta.
E così hanno fatto quei 12 leoni biancorossi che in un terzo quarto da favola, sicuramente il più bello di tutta la stagione, hanno messo alle corde Cantù, giocando con una rabbia pazzesca, esaltati da una bolgia strepitosa.


Carter
Carter (da pallacanestrovarese.it)
Primo quarto...
Howell, Capin, Carter, Holland, Keys, Galanda, Fernandez, De Pol e Hafnar e Magnano sono tutti mvp stasera, perché un derby lo si vince tutti insieme, tutti uniti e pronti a sputare sangue sul parquet.

Varese parte con Keys, Carter, Hafnar, Galanda e Howell, Sacripanti risponde con Jordan, Mazzarino, Wilson, Smith e Shaw.
L’inizio è tutto biancoblù: le percentuali degli esterni della squadra comasca sono impressionanti e in sequenza Mazzarino, Jordan, Smith e ancora Michael Jordan puniscono dalla lunga la difesa biancorossa e aprono un parziale andando avanti di 8 al 4’: 4-12.
Galanda e Carter provano a fermare l’emorragia offensiva, ma la Tisettanta vola con percentuali altissime da 3 e arriva fino al +9, 10-19 al 8’.
Magnano butta nella mischia Holland, partito ancora dalla panchina per dei problemi fisici: Delonte risponde presente portando la Whirlpool fino al –6, 16-22, con cui si conclude la prima frazione.



Secondo quarto...
La curva ottiene il 10 e lode in pagella con la coreografia più bella dell’anno: degna cornice di un’atmosfera e un pubblico da brividi.
Proprio l’ala americana sente troppo la pressione e sbaglia alcuni tiri liberi molto importanti per riagganciare Cantù, ma la difesa di Varese ritorna su livelli accettabili, riuscendo a limitare gli esterni biancoblù e Capin in attacco mette la freccia, siglando il pareggio a quota 23, al 14’.
I biancorossi tornano però a fare fatica nella metà campo offensiva e la Tisettanta non perdona: due canestri di Theron Smith e una bomba di Jordan spingono avanti di 7 i biancoblù al 17’.
Mazzarino con due liberi confeziona il +9, ma in un amen le due triple di Fernandez e Sandrino De Pol, fanno balzare la Whirlpool fino a –3, 34-37.
Si va avanti solo dalla lunetta, con i varesini che riescono a limare ancora lo svantaggio, trovandosi sotto solo di 2, 38-40, con la speranza di ribaltare tutto nella seconda parte di gara.


Terzo quarto...
E si arriva finalmente all’apoteosi, si giunge ad un quarto memorabile, che ti fa venire la pelle d’oca solo a mettere per iscritto quei momenti unici, in cui si sprigiona l’essenza del basket e dello sport in generale, in cui 5000 persone cantano all’unisono e tifano come dannati, in cui sembra di stare al Maracanà, tanto è il calore e la passione all’interno del palazzo.
Sin dal 21’ i gradi dentro il PalaWhirlpool salgono vertiginosamente e anche Cantù soffoca piano piano: i cinque leoni biancorossi hanno eretto un muro davanti al proprio canestro e schiacciato Cantù con un parziale di 22-6 mostruoso, con i tentacoli di Howell che si facevano sentire sia in difesa sia (finalmente) in attacco, con quel piccolo folletto di Sasha Capin che buca la retina da 3 e imperversa nell’area canturina come se niente fosse, con quel magico Galanda che ci mette dannatamente sempre il cuore, che si carica ed esalta 5000 persone, fiere di appartenere da una città, fiere di essere rappresentate di una squadra così, almeno stasera.
La Tisettanta non ci ha veramente capito più niente, assordata dai fischi e Varese trascinata da un pubblico da scudetto, arriva fino al +15, 63-48, con la tripla dall’angolo di Capin, uno che non si tira mai indietro.


Keys
Keys (da pallacanestrovarese.it)
Quarto quarto...
I primi minuti dell’ultima frazione sono conditi da molti errori da entrambe le parti e così quando Holland segna il massimo vantaggio, +15 (65-50) Mazzarino scalda la mano e riporta i suoi fino al –9, sul 65-56.
Keys infila la sua prima tripla della partita, ma dall’altra parte ancora l’italo-uruguaiano colpisce dall’arco e insieme ad una schiacciata di Casey Shaw fa venire i brividi ai 5000 varesini, facendo avvicinare pericolosamente Cantù, sul –7.
Holland perde palla e sembra che la partita abbia cambiato padrone, ma re Rolando stavolta non ci sta e difende alla morte su qualsiasi avversario gli capiti: nell’esaltazione del momento infila pure due tiri liberi, alzando le braccia al cielo, come a dire, finalmente!
A 1’40 dalla fine il PalaWhirlpool esplode grazie alla tripla da distanza siderale di Gregor Hafnar che firma il +11 e mette il sigillo sulla vittoria, mandando in delirio tutti.
E’ il culmine di una serata speciale, di un derby bellissimo, che nessuno si dimenticherà mai, che ha visto una città intera unirsi e tifare per la propria squadra del cuore, che ha visto a fine partita vecchi e giovani festeggiare, saltare e cantare insieme e mandare al diavolo la differenza dì età, perché la passione di queste persone per questa squadra e per questi colori è nel cuore, biancorosso pure quello.
Termina nel tripudio, con l’Aida, col “Cata su”, con i cori e gli sfottò, perché qui, chi vince il derby, ha sempre ragione.

MVP.
“Re”Rolando Howell infiamma il pubblico e si erge a protagonista assoluto nel secondo tempo e in particolare nel terzo quarto, quando in difesa domina tutti gli avversari che gli capitano a tiro e in attacco finalmente punge come non mai: quando schiaccia in testa a Willimas e gli urla in faccia tutta la sua rabbia, o quando fa 2/2 ai liberi in un momento decisivo a 2’ dalla fine, capisci che stasera non potevi non vincere, perché dalla tua parte avevi un Rolando furioso.






Parole chiave: Basket , Michael Jordan , Aleksandar Capin , Varese , Legabasket , Tisettanta , Cantù , Whirlpool , Delonte Holland , Keith Carter , cronache legabasket , 2006-2007 , Nicholas Mazzarino , aprile 2007 , 29 aprile 2007




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

Legabasket
BENETTON A JESOLO, PROFUMO D’EUROPA
DOMANI SERA CONTRO L’OLIMPIA LUBIANA

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
LEGABASKET: I RISULTATI DELL'ULTIMA DI REGULAR SEASON
Benetton espugna Bologna, ad Avellino il derby campano.

Legabasket
PLAY OFF BENETTON BASKET: TUTTO BLOCCATO, VENERDI’ NON SI GIOCA
Il calendario dei play off subirà uno slittamento a causa del ricorso presentato dalla Fortitudo Bologna

Legabasket
DA LAS VEGAS UN GIOIELLO PER LA BENETTON BASKET
CARTIER MARTIN, EX BOBCATS, 20 DI MEDIA ALLA SUMMER LEAGUE

Legabasket
BENETTON BASKET A NAPOLI
Ancora in trasferta la Benetton Basket che affronterà la Martos Napoli

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

Fronte del Basket

Almanacco ufficiale del campionato italiano di basket

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate. Vol. 2

NBA Live 07 per PSP

NBA. I giganti del campionato NBA

NBA. Le cento migliori azioni

Independent 3 Up 3 Down Windbreaker

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
Obelix
Tutti i club