Sito Basket
 

Agricola G. Montecatini-Fileni Jesi 70-86
L'Agricola saluta sul Rush finale

Pubblicato da: Alessandro Galligani on 16th April 2007

MONTECATINI.Due istantanee della serata: Brion Rush che salta per il parquet dopo l’ennesimo canestro realizzato e il pubblico termale in piedi che saluta i suoi beniamini ringraziandoli per l’annata chiusa senza troppe preoccupazioni.
Si racchiudono qui le sensazioni dopo lo spareggio valido per le speranze di un ultimo posto play-off ancora in palio. Spareggio al quale le due squadre sono arrivate in condizioni profondamente diverse: Jesi in grande forma dopo la vittoria esaltante su Rieti, Montecatini con l’infermeria ipertrafficata e con una serie negativa aperta di due partite.
Così i termali schierano Cantero in quintetto per la prima volta in stagione mentre Meini è costretto ad accomodarsi in tribuna, proprio sotto la curva che saluta i primi 10000 punti di Andrea Niccolai con uno striscione che unisce tutto il Palazzo in un grande applauso.



Cantero
Cantero (foto Legadue Ciamillo/Castoria-D'Errico)
Primo quarto...
E il capitano ringrazia da par suo realizzando il primo canestro dei padroni di casa con un bel jump dall’angolo. In realtà è l’unico sussulto rossoblu in un inizio di partita difficile dove Hoover veste bene i panni del regista pescando con continuità un reattivo Maggioli. Tanto che a 5’36 sul 3-8 Finelli richiama tutti sul pino per un minuto cercando di spiegare come non far ricevere Maggioli; con pessimi risultati visto che il primo canestro dopo il time out è proprio del (molto) lungo jesino.
Niccolai prosegue i ringraziamenti con la prima bomba della serata, mentre dall’altra parte Jesi ha il primo problema di falli con Farrington che vede due lampadine accese vicine al suo nome sul tabellone: dentro il giovane Eliantonio al suo posto.
Hoover, oltre alla regia, funziona bene anche come tiratore e porta Jesi sul +6: 7-13.
Cantero in cabina di regia invece non è proprio a suo agio: giostra a dieci metri dal canestro, non dà ritmo e a volte si intestardisce nel cercare una soluzione personale. Così segna un libero e un canestro, ma non fa girare la squadra. Finelli getta nella mischia il più piccolo dei Niccolai per un Carr invisibile, mentre il fratellone mette a segno la seconda tripla della serata: 12-13 a 2’59”.
La partita non decolla, ma in campo c’è un nero con la maglia arancione, fisico esile, ma movimenti mortiferi: è Brion Rush, finora ai margini, che infila due canestri subendo altrettanti falli (stupidi) da Lele Niccolai e subito dopo la mette pure dai 6,25 piazzando il primo break: 15-23.
Due liberi di un redivivo Carr fissano il punteggio alla fine del primo quarto: 17-23.



Secondo quarto...
Nel secondo quarto si vede una Montecatini diversa che fa girare il pallone e non permette a Jesi di difendere sugli esterni molto lontano da canestro.
Così prima Carr e poi due bombe di Coleman e Cantero riavvicinano Montecatini a -1.
A 6’06, sul 27-28 c’è un cambio per Montecatini con Amabili che sostituisce Volcic in pesante difficoltà contro Maggioli. Non sembrerebbe uno di quei cambi per cui un allenatore diventa famoso, ma l’impatto è pesante: prima Amabili converte un bell’assist di Andrea Niccolai e poi corregge in tap-in un appoggio sbagliato dello stesso capitano: in meno di 30 secondi 4 punti che sanciscono il sorpasso e accendono il Palaterme fin qui abbastanza fiacco costringendo Capobianco a fermare i giochi per un time out.
Si riparte e Cantero mette una tripla e un paio di azioni dopo fa una bella penetrazione scaricando per la bomba di Coleman che qualche secondo dopo regala un bel bis. E quando anche Carr si costruisce da solo un tiro dai 6,25 che va a segno tutti vedono Montecatini che se ne va: 43-31 con un parziale di 16-3.
Capobianco fa uscire Rush per Rossini, ma dopo un minuto e un time out lo rimette, stavolta al posto di Slattery che quasi nessuno si è accorto abbia giocato tutto il quarto. Il neo entrato ha un altro momento di trance,, va a subire un fallo da Cantero dopo una persa di Carr e fa 2/2 e poi segna 6 punti negli ultimi 30 secondi compresa una bomba spettacolare dal cerchio di centrocampo all’ultimo secondo: 47-43 e la netta sensazione che Montecatini abbia perso un’occasione per demoralizzare Jesi.
Sotto canestro non c’è partita con Jesi che domina in attacco e in difesa, ma se gli esterni rossoblu continuassero con queste percentuali da tre la partita può rimanere in equilibrio…
Notare come Finelli abbia utilizzato solo sette giocatori spremendo moltissimi minuti dal quintetto base, mentre Capobianco ha ruotato nove giocatori lasciando incollato al legno solo il giovane Toppi.



Terzo quarto...
Nella ripresa si assiste ad un altro film. Jesi entra carica con Farrington che non è più il desaparecido del primo tempo, ma un grillo reattivo sotto canestro che fa impazzire Coleman, Hoover segna anche da 9 metri, Rush che, dimenticato da Niccolai, segna cinque punti in un amen: totale 9-0 di parziale in 1’40”. Finelli vuol fermare l’emorragia con un time out, ma al rientro Volcic continua la sua serataccia facendosi fischiare passi. Fortunatamente anche Rush dall’altra parte fa il bis. Andrea Niccolai ne fa una bene e due male, ma, tra quelle “bene” c’è la terza tripla che riavvicina i suoi: 50-52. Rossini sfugge a Cantero (!) per un appoggio facile e Farrington ci mette la ciliegina segnando 4 punti in attacco e stoppando Carr in difesa che ci provava da tre punti. L’inerzia è tutta di Jesi, Finelli prova anche la carta Fattori ma ci ripensa dopo un minuto e quando chiama di nuovo time-out Montecatini è in freezer: -13 sul 50-63 con un parziale aperto di 30-5 (!!!) dal +12 del secondo quarto.
Il coach termale prova a ruotare i suoi esterni, ma non trova le contromisure a Rush e Maggioli che mantengono avanti Jesi di 13 punti: 55-68.
Solo un fallo di Rossini sul capitano al tiro da tre punti permette all’RB in grossa difficoltà di chiudere il tempino a -10. Non si vede la luce alla fine del tunnel soprattutto perché l’attacco dell’Agricola non trova sbocchi contro la difesa di Jesi cresciuta di intensità. Poche idee e confuse accomunano tutti gli improvvisati registi di Montecatini che soffre l’assenza di un play puro.



Carr
Carr (foto Legadue Ciamillo/Castoria-D'Errico)
Quarto quarto...
Capobianco utilizza la carta Zanotti e Montecatini si avvicina con un canestro di Niccolai e l’unico cesto della serata di Volcic. Ma a due possessi di distanza, quando dovrebbe servire un po’ di lucidità, l’Agricola sbaglia la gestione di tre attacchi consecutivi con Cantero che si addormenta e deve tirare all’ultimo secondo, Niccolai che butta un tiro da tre in transizione con l’uomo addosso e l’azione dopo si fa stoppare da Farrington. Così Finelli toglie Cantero e passa la gestione della sfera a Carr che come soluzione propone quella di congelare il pallone: Andrea deve pensare che anche il tabellone dei 24” si fermi con Carr e così fa suonare la sirena con la palla in mano.
Jesi non aveva nessuna intenzione di infierire, ma Rush sa che il basket è altra roba, smette di commuoversi e piazza 4 punti consecutivi grazie ad un'altra palla persa di Carr che fa imbestialire i presenti. Time out della disperazione a 6’20” sul 62-72. Fuori Carr e Volcic dentro Cantero e Amabili.
Una bomba di un redivivo Lele Niccolai illude tutti, ma subito gli risponde il solito Rush mentre Farrington sale a stoppare anche Coleman.
Finelli prova anche i 4 piccoli con Volcic unico lungo: risultato? Canestro di Rush e passi di Volcic.
Dentro di nuovo i due lunghi, risultato? Canestro di Farrington.
Non c’è niente da fare, Montecatini ha finito la benzina, Jesi è in piena esaltazione e sulla stagione dell’Agricola scendono i titoli di coda, ma la colonna sonora è il lungo applauso ricevuto da tutto il Palaterme che ha apprezzato il sudore e la grinta buttati sul parquet per tutta la stagione.
La prima analisi a caldo della stagione rossoblu vede un roster non eccezionale terminare la stagione davanti a squadre come Novara e nella stessa fascia di Fabriano, Pavia, Casale e Sassari. Per una più approfondita aspettiamo qualche giorno.
Jesi invece può ben sperare di arrivare ai playoff e non da ultimi, perché battendo Ferrara (demotivata) in casa c’è il rischio di una bella ammucchiata a quota 28 che potrebbe coinvolgere anche Pavia e Casale oltre a Fabriano.

MVP: esercizio facile: Brion Rush. Nessuno degli esterni di Montecatini è riuscito a contenerlo. Esplosivo, veloce, affidabile al tiro (13/21 dal campo con 6 triple) senza sprecare palloni. In più si impegna anche in difesa piegato bene sulle gambe contro Carr o Andrea Niccolai. Jesi fa conoscere a tutti proprio un bel giocatore.





Parole chiave: Basket , News , Andrea Niccolai , LegaDue , Fileni , Jesi , Brion Rush , Montecatini , Hl Coleman , Agricola Gloria , Michele Maggioli , cronache legadue , 2006-2007 , 16 aprile 2007




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
TEMPO DI SEMIFINALI PER BENETTON BASKET
Gara #1 di Montepaschi Benetton Basket si giocherà Sabato30

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Legabasket
REEBOK EUROCAMP 2009 UN PONTE PER IL DRAFT NBA
6/8 GIUGNO A LA GHIRADA, TREVISO

Legabasket
LEGABASKET: I RISULTATI DELL'ULTIMA DI REGULAR SEASON
Benetton espugna Bologna, ad Avellino il derby campano.

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

NBA 2K7 per Xbox

NBA 2K7 per PlayStation 2

NBA Ballers: Rebound

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Live 07 per Xbox

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni. Vol. 2

NBA Live 07 per PC

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
Filips Raptors
Tutti i club