Sito Basket
 

 
Agricola Gloria Montecatini-Fileni Jesi 72-80
Jesi si dà subito un… Moss

Pubblicato da: Alessandro Galligani on 8th October 2007

MONTECATINI.In vantaggio di 19 punti dopo il primo quarto contiene il recupero orgoglioso dell’Agricola priva di Andrea Niccolai e Wilson
Finalmente, dopo un’interminabile e abbastanza incomprensibile pausa durata quasi sei mesi, la Legadue torna a calcare le tavole del Palaterme e lo fa mettendo di fronte l’Agricola Gloria e la Fileni Jesi.
I padroni di casa, dopo l’ennesima estate difficile, hanno messo su una bella squadra, ma si presentano senza la bocca da fuoco designata Wilson, con Andrea Niccolai nei dieci per onor di firma e con Rush, centro titolare, arrivato al casello di Montecatini appena due giorni prima. Così Jesi è doppiamente fortunata perché alla prima di campionato può sfruttare la spinta dovuta ai sei giocatori e all’allenatore confermati dallo scorso anno contro una squadra ancora “poco squadra”.



Elliot
Elliot (foto Legadue, Ciamillo/Castoria, DErrico)
Primo quarto...
Si parte quindi con il quintetto titolare di Jesi cioè Maestranzi e Moss accanto ai confermati Maggioli, Hoover e Farrington contro i titolari termali Nardi e Elliott affiancati da Natali, Soloperto e Gabriele Niccolai.
L’inzio offre la prima delle tante buone cose di Maggioli che segna dopo una stoppata subita da Soloperto e l’unica di Natali che segna un bel canestro nel traffico subendo fallo da Farrington. Gli arbitri però gli annullano il canestro tra le proteste generali e così il tabellino del figlio di Gino (per ora è famoso solo per questo) rimarrà immacolato per tutta la sera.
Maggioli comincia a occupare l’area (anche oltre i tre secondi) e a segnare e gli danno una mano Farrington da fuori e Maestranzi e Eliantonio da tre. Così dopo 6 minuti il punteggio segna gia 2-14!! Ma non è nelle percentuali di tiro la differenza, quanto nella diversa aggressività delle due difese. Jesi aggredisce Nardi fin dalla rimessa e non gli permette di costruire mai un gioco decente, costringendolo anzi a perdere lucidità e tanti palloni (5 nel solo primo quarto). Montecatini invece non regge gli esterni jesini che riescono ad appoggiare con facilità palloni verso l’area colorata.
Il roster di Melillo ha la particolarità di presentare cinque lunghi su dieci giocatori e così il coach prova a giocarsi presto la carta dei tre lunghi in campo contemporaneamente inserendo Gomez (l’uomo con la valigia fatta) al posto di Natali e spostando Elliot in ala piccola. Ma le cose non cambiano di molto nemmeno provando l’ultimo arrivato Rush al posto di un Soloperto che comunque non era dispiaciuto in difesa su Maggioli. Anzi, grazie a Hoover e Eliantonio, Jesi riesce ad allungare fino al 6-24. Roba da far venire orgasmi multipli ai cinquanta jesini che occupano il mezzo palazzetto riservato agli ospiti.
Così, a 1’16” dalla fine del primo quarto, mentre Capobianco dà un minutino di fiato a Maggioli inserendo Cantarello, Melillo torna ai tre piccoli con Natali e prova l’ultimo dei cambi possibili: fuori Nardi inguardabile e umiliato, dentro Oyabradoh Enodeh, Bj per comodità, ragazzo nero di Latina finito di crescere nelle giovanili termali e nella polvere dei palazzetti di C1. La differenza di categoria potrebbe bloccarlo, ma lui se ne frega e all’esordio assoluto inizia battendo il pressing che fino a un attimo prima aveva abusato di Nardi e infilando un bel canestro in penetrazione. Natali, invece, infila due falli in 20” su Moss riuscendo nell’impresa di farsi sostituire prima della fine del tempo dallo stesso Nardi.
Bj, nonostantee tutto, viene battezzato dagli jesini e lui ringrazia infilando pure una tripla. Morale: Enodeh in un minuto segna da solo quasi quanto cinque suoi compagni in nove. Morale semplicistica, ma efficace per spiegare la scossa che il giovane imprime ad un Palaterme fin lì freddino e freddato dall’avvio suicida dei propri beniamini. Certo è forte il contrasto tra la prestazione rossoblu e la bella divisa sfoggiata per l’esordio. Eliantonio suggella il suo ottimo primo quarto e la sua mano caldissima con la terza bomba consecutiva: fortuna che avesse l’unghia dell’alluce sulla linea: 11-30 dopo 10 minuti.



Secondo quarto...
Capobianco schiera Rossini e Melillo conferma Enodeh: non lo toglierà più per tutto il quarto.
Nardi comincia a fare qualcosa di meglio e serve un assist a Rush che poco dopo gli evita una brutta figura recuperando la palla dopo una penetrazione sbagliata del play, convertendola a canestro e subendo anche il fallo di un ingenuo Eliantonio. Cinque punti in un amen per il centro “italiano”.
Maggioli, oltre a sostare a piacimento sotto canestro, comincia a farci anche quattro passi alla volta con la palla in mano, ma gli arbitri non se ne avvedono: nonostante sbagli da sotto, Moss può segnare sul rimbalzo d’attacco. Gomez dall’altra parte inventa un canestro al 24° secondo che non fa affogare l’Agricola.
Maggioli segna anche da tre lasciato colpevolmente solo da Rush, Enodeh continua a fare buone cose e dà uno splendido assist a Rush che però spreca, probabilmente subendo un fallo non fischiato. La partita attraversa una fase confusa, ma di questo ne approfitta meglio Jesi che si trova sul +21, massimo vantaggio, anche grazie ad un antisportivo fischiato a Gomez su Farrington lanciato a canestro: 20-41 al 5’.
Sull’azione successiva Gomez segna da tre e Capobianco si arrabbia al punto di chiamare subito time out(!) con l’Agricola che rimonta a -18(!!).
Al rientro c’è gloria anche per Bonessio mentre si vede il primo canestro rossoblu di Elliot (una tripla). Montecatini è un po’ più viva e segna due volte con Soloperto, mostrando, nel secondo caso, l’azione più pulita della partita con un contropiede partito da un recupero di Lele Niccolai e passato per le mani buone di Elliot.
Anche Eliantonio dall’altra parte si esibisce in un bell’assist per Moss. Il tempo si chiude con una ginocchiata da ko sul polpaccio di Soloperto, un canestro di Elliot e una bomba di Nardi (l’unica della serata) che avvicinano Montecatini e la mandano al riposo su un -11 ancora accettabile: 35-46.
Jesi finora ha mostrato una grande compattezza di squadra, con una bella difesa in cui tutti sono pronti al pressing e al raddoppio e dove nessuno perde il proprio uomo. In attacco tutto ruota intorno alla presenza fisica di Maggioli arrivato al thè con 15 punti sul tabellino. Montecatini da parte sua ha dimostrato poca lucidità in regia e poca sostanza da Natali che ha limitato la rotazione già ridotta sugli esterni. Meglio il reparto dei lunghi dove tutti e quattro quelli schierati da Melillo hanno portato il loro mattoncino. Esordio rinviato invece per Cuccarolo.



Terzo quarto...
Si riparte con gli stessi quintetti del primo quarto, ma stavolta Melillo mescola le carte presentando una zona fastidiosa. Natali si fa fischiare il quarto fallo (questa volta davvero invisibile) dopo meno di due minuti e costringe Melillo a rispolverare subito i tre lunghi. Gabriele Niccolai segna cinque punti con una bomba e un sottomano facendo vedere di esserci. La difesa recupera un altro pallone con la zona, ma l’azione successiva Moss punisce una difesa stavolta troppo statica: 40-52 a 7’07”.
Maggioli continua a sostare sotto canestro e il custode, Francone Natali, visto che la sua squadra non guadagna infrazioni, studia come potergli addebitare l’ICI del Palaterme. E mentre Francone si distrae, il “suo” tabellone dei 24 secondi fa le bizze e permette a Elliot di segnare dopo l’azione più lunga della partita. E così invece di far risparmiare soldi alla società, alla fine arriverà una multa perché le attrezzature non funzionano. Gli addetti al tavolo tirano fuori i cartellini per segnalare lo scandire del tempo: roba che non si vedeva dagli Europei in Spagna di un mese fa…
La sosta tecnica sembra svegliare squadra e tifosi rossoblu che tutti in piedi sostengono l’Agricola. La zona costringe Hoover a sparare tiri da 9 metri, ma Farrington in attacco, una stoppata di Maggioli e uno sfondamento subito dallo stesso Hoover in difesa permettono a Jesi di mantenere un vantaggio di sicurezza.
Melillo ci vuole parlare su e chiama time out rimettendo in campo Enodeh e Rush che subito va a segno imbeccato da Elliot. Ma quando Hoover segna una tripla spaccagambe, il morale già bassino se ne scende sotto terra. E un attimo dopo Gomez e Elliot accendono la quarta lucina sul tabellone alla voce falli. Si va alla pausa corta sul 46-62. Ormai chi ci crede più?



Enodech
Enodech (foto Legadue, Ciamillo/Castoria, DErrico)
Quarto quarto, commento e interviste...
Rush parte segnando e subendo fallo da Maggioli. Ma gli arbitri annullano di nuovo il canestro. In compenso fischiano tre falli a Jesi in 30 secondi: non sarebbe così strano, se non fosse che nei trenta minuti precedenti ne avevano fischiati sette in tutto (contro i diciassette all’Agricola).
Elliott converte due liberi e Jesi fa infrazione di 24”. Rush segna con un bel giro e tiro mentre Natali conclude con cinque falli (in 11 minuti complessivi) la sua brutta prestazione. Dall’altra parte c’è un tipo che da queste parti conoscono bene, tira da 8 metri senza guardare e fa solo rete: Ryan Hoover. Così Montecatini gela a -15 a meno di otto minuti dalla fine: 50-65.
Partita finita? No, signori, il bello deve ancora venire. Il cuore rossoblu batte forte, fortissimo, e Nardi va a segnare rubando un pallone a Rossini a metà campo, Rush gliene ruba subito un altro e permette un viaggio in lunetta a Elliot che converte al 50%. Hoover fa l’uomo assist e fa segnare Moss: 53-67 al 7’.
Nardi libera Rush per la schiacciata mentre il palaterme sul -12 riempie di applausi i suoi beniamini respirando a pieni polmoni l’enorme grinta rossoblu. Un attimo dopo Moss prende un rimbalzo in attacco che sembrerebbe sanguinoso e invece Rush, nel prosieguo dell’azione, gli stampa in faccia una stoppata.
Mancano 5’25” alla fine, Jesi conduce di 11 punti, cosa può mai succedere? Succede che il più giovane dei Niccolai non ci sta, guarda la piccola Rachele in tribuna, si carica come una molla e piazza tre bombe in un minuto su altrettanti recuperi di Rush, Enodeh e Gomez. Il Palaterme esplode con tre boati di intensità crescente e il tabellone segna 65-67 quando mancano 4’36”. Chi l’avrebbe detto? Palla di nuovo a Lele che gira su un blocco di Rush e sente un fischio: Pancotto, uomo in grigio, gli fischia chirurgicamente fallo in attacco. E non è il primo fischio protagonista della serata! Il boato si trasforma in bordata di fischi, ma l’emorragia termale si ferma.
Moss dall’altra parte centra la tripla e Enodeh (ancora lui) inventa un tiro in sospensione che rimbalza un paio di volte sul ferro ed entra nel tripudio generale di un Palaterme finalmente caldissimo. Gomez commette il quinto fallo su Maggioli che converte il doppio viaggio verso la linea della carità: 67-72 a 2’38”. Nardi perde palla e a Maggioli fischiano incredibilmente infrazione di 3” .
Gabriele Niccolai va in penetrazione un po’ troppo morbido e prende la stoppata di Moss che in piena trance agonistica gli esulta in faccia rischiando un diretto al volto, che Gabriele, con la maturità del buon padre di famiglia, gli evita.
Nardi fa un fallo tattico su Maestranzi che ringrazia infilando un 2/2. Gabriele Niccolai prova un’altra bomba, ma ormai la mano è freddina, Rush ruba palla a Hoover e serve Elliot che inventa una tripla difficile: 70-74 a 1’10”. E’ il canto del cigno, perché lo stesso Hoover si rifà consegnando un assist a Moss che da sotto non può sbagliare: 70-76 a 58”. Ci sarebbe ancora una flebile speranza, ma la palla buona finisce nelle mani di Enodeh che va fino in fondo e si becca la stoppata di Eliantonio che recupera anche il rimbalzo. E’ la giocata che chiude definitivamente il match.
Peccato per Montecatini che ha giocato un primo tempo orrendo e un secondo coraggioso, ma il risultato è giusto perché Jesi ha giocato e difeso meglio e di squadra.
Un’unica considerazione viene fuori dalla partita di oggi: Jesi farà un grande campionato e Montecatini sarà la vera mina vagante. Nonappena rientreranno Andrea Niccolai e Wilson, certo, perché, per chi non se fosse accorto, oggi mancavano.

Interviste:
Gabriele Niccolai:
purtroppo siamo partiti male e abbiamo regalato il primo tempo con troppe palle perse e giochi eseguiti male in attacco, ma i meriti vanno anche a loro. Nel secondo tempo abbiamo cercato di dimenticare il primo e in attacco abbiamo giocato con più calma. Le assenze si sono fatte sentire, ma un plauso va a chi ha giocato stasera contro una Jesi già rodata. Ora dobbiamo ripartire da questo secondo tempo. Un plauso particolare a Bj che ha giocato una buonissima partita, adesso speriamo di recuperare Andrea dal quale non possiamo prescindere.

Capobianco:
forse c’è stata un po’ di sufficienza da parte nostra nel secondo tempo, ma sapevo che Montecatini ha cuore; ho visto altre partite senza Wilson e Niccolai e hanno sempre giocato con grande animo e spirito combattivo. Temevo i giocatori come Gabriele Niccolai che non mollano mai. Giocatori in grado di far rientrare la propria squadra. Complimenti a Montecatini che dimostra come il basket non finisce mai di stupire. Noi abbiamo ricevuto buone indicazioni da questa gara, soprattutto il giocatori pensino prima allo spirito di gruppo poi se stessi. Anche Hoover e Maggioli per esempio che sono giocatori che in attacco fanno la differenza, hanno accettato di voler difendere molto bene. Siamo molto contenti di quello che stiamo facendo.

Bj Enodeh:
Nardi ha avuto problemi fisici in settimana e oggi stesso li ha accusati. L’allenatore mi ha sempre chiesto di dare tutto, difesa, grande concentrazione. Mi aveva detto che oggi avrei potuto giocare. Ho cercato di fare cose semplici che è poi il modo più facile per farle bene. Alle mie spalle non ho un curriculum, ma la pallacanestro è la mia vita e gioco solo per passione. Quello che faccio me lo guadagno sul campo, se il coach ha fatto la scelta di mettermi nei dieci vuol dire che me lo sono meritato. Poi si vedrà.

Mattia Soloperto:
ho avuto una ginocchiata sul polpaccio e si è girata la caviglia. Siamo partiti male, contro il pressing siamo stati poco reattivi, tante palle perse e quello ha creato un gap che non abbiamo più recuperato. Noi dobbiamo andare a vincere ogni partita, andremo a Novara pensando a giocare come i secondi due quarti e sperando che Niccolai stia meglio per poter dare il suo grande contributo.

Donzell Rush:
è difficile arrivare e in due giorni giocare con intensità però sto prendendo confidenza con la squadra. Difficile entrare in forma allenandosi da solo, con le partite invece adesso posso prendere il ritmo. In questa prima partita c’era emozione da parte di tutti, ma quando torna Darryl… Credo proprio che ci siamo, sì!





Parole chiave: News , Basket , LegaDue , 2007-08 , ottobre 2007 , 7 ottobre 2007 , cronache legadue 2007-08 , Fileni , Jesi , Montecatini , Agricola Gloria




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

Basket
L’Harem pronta per la sfida alla Dinamo
La gara n°664 valevole per gara1 delle semifinali play-off si giocherà domenica 17 maggio

Alice Cup
JOIN THE GAME ALICE CUP, LA FINALE A JESOLO
Nella splendida cornice di Jesolo (Ve) si è svolta la Fase Finale di Join the Game - Alice Cup

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
TEMPO DI SEMIFINALI PER BENETTON BASKET
Gara #1 di Montepaschi Benetton Basket si giocherà Sabato30

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA. Le cento migliori azioni

Almanacco ufficiale del campionato italiano di basket

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Independent 3 Up 3 Down Windbreaker

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

NBA 2K7 per Xbox

NBA 2K7 per PlayStation 2

NBA Ballers: Rebound

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
romani lottomatica
Tutti i club