Sito Basket
 

 
Boston Celtics-Los Angeles Lakers 131-92
I Lakers giocano una pessima gara 6 e vengono annientati dai Celtics che vincono il 17° anello della loro storia. Pierce Mvp delle Finals

Pubblicato da: Roberto Viarengo on 18 Giugno 2008

Si torna a Boston per una gara 6 che ha molto da dire, con i Celtics, in vantaggio 3 a 2, che proveranno a sfruttare il loro secondo match-ball, dopo il primo fallito in California, e con i Lakers che tenteranno la difficile impresa di rimandare ancora una volta i possibili festeggiamenti della squadra di casa, costringendola magari a giocarsi tutto poi in una ipotetica, e a quel punto delicatissima, gara 7.


Posey
Posey (da nba.com)
Con il recupero di Perkins da parte dei padroni di casa, i quintetti di entrambi gli schieramenti tornano ad essere gli stessi delle prime gare. Inizia il match e le prime luci della scena sono ancora una volta tutte per Bryant, che come in gara 5, attacca l’anello senza pietà, anche con una precisione dalla lunga che viene meno solo a fine quarto, con un 3 su 5 di grande determinazione che lo fa andare in doppia cifra già al termine dei primi 12 minuti. Molti errori al tiro in questo primo quarto, da parte di tutte e due le squadre, con i Celtics comunque che prima non lasciano scappare gli ospiti e che poi, negli ultimi minuti, riescono a portarsi in vantaggio guidati da un grande Garnett che specie in post basso, riesce a fare la differenza. Gasol, Odom e Pierce, ancora non entrati in partita, migliore invece la prova di Allen, che collabora al 24 a 20 del primo quarto in favore di Boston.

Nei primi possessi del secondo periodo di gioco, sono i padroni di casa a concretizzare al meglio i palloni a loro disposizione. I Lakers commettono errori che potrebbero costare caro, spesso vittima di distrazioni che non devono esserci in un match del genere. Boston prende il largo a metà quarto, quando dopo due triple consecutive, di Posey la prima, e l’altra di House, entrambi lasciati completamente soli nell’angolo, i celtics vanno sul più 9, massimo vantaggio segnato fin qui, che costringe di fatto Jackson a chiamare un inevitabile time-out. Bryant continua a sbagliare su tutti e due i lati del campo, non coadiuvato peraltro dai compagni e d un’altra tripla di Posey, fa segnare il più 14 Boston a 5 minuti dal termine del primo tempo. I Celtics continuano a macinare gioco ed i giallo-viola continuano a sbagliare il possibile, con il 24 a guidare questa sciagurata fase del match per Los Angeles. Garnett non sbaglia un colpo ed è ancora suo gran parte del merito se Boston chiude il parziale del secondo quarto con il punteggio di 34 a 15, andando a riposo su un vantaggio di più 23 (58-35), che lascia completamente spaesati i Lakers, feriti nell’orgoglio, nulli nel gioco e privi finora di un leader che prenda per mano la squadra e la guidi.

Il terzo quarto inizia sull’inerzia di fine primo tempo, ovvero con i Celtics che continuano a macinare gioco ed avversari che a loro volta si preparano a subire un altro massacro, reagendo passivamente agli attacchi di Boston, in difesa, e continuando a sviluppare una totale sterilità, in attacco, più 29 per i padroni di casa a metà del terzo periodo di gioco. I Lakers non accennano alla minima reazione, dimostrando un carattere ormai remissivo, palesato anche dalle 13 palle rubate dei bianco-verdi contro le 3 dei giallo-viola, ed ovviamente dal risultato, che a 4 minuti dal termine del quarto segna un più 31 per i padroni di casa. La musica è la stessa fino alla fine del terzo periodo che nel singolo parziale segna un 31 a 25 ancora in favore dei padroni di casa, che al momento conducono per 89 a 60.

Nell’ultimo quarto le cose non cambiano di una virgola, c’è solo una squadra in campo che non accenna a fermarsi e continua ad asfaltare degli avversari che non fanno nulla per evitare tutto ciò. Il parziale del singolo quarto termina ancora una volta in favore di Boston (42 a 32), il che significa 131 a 92 finale, 4 a 2 nella serie e diciassettesimo titolo per i Celtics, tornati sul tetto del mondo dopo 22 anni.

Sono stati 5 gli uomini in doppia cifra per i Celtics, con Garnett (14 reb) ed Allen a guidare la lista con 26 punti, poi Rondo (7 reb, 8 ast, 6 stl) con 21, Pierce (10 ast) con 17, eletto Mvp delle Finals al termine della gara, e Posey con 11.

Solo 4 invece gli uomini in doppia cifra per i Lakers, autori di una pessima partita. Bryant, estraniatosi completamente in questo match dalla fine del primo quarto in poi, ne ha messi a referto 22, Odom 14 e 10 rimbalzi, Farmar 12 e Gasol (8 reb) chiude il quartetto con 11.

Termina così una stupenda stagione 2007-2008 che ha visto protagoniste fino alla fine le due franchigie più gloriose e vincenti di questo sport, con la più forte, al termine, prevalere sull’altra. Per i Celtics al momento ci sono tutti i presupposti per aprire un’era, restando di fatto la squadra da battere anche per la prossima stagione. Per i Lakers invece questo potrebbe essere paradossalmente un ottimo punto di partenza, perché vedendo quest’ultima gara è lecito credere che si può solo migliorare, senza ovviamente buttare via tutto, calcolando comunque l’ottima stagione, ma facendo buon uso degli errori commessi per crescere e ripartire il prossimo anno, magari con il roster non falcidiato dagli infortuni e con qualche aggiunta che potrebbe essere significativa.





Parole chiave: News , Basket , NBA , Los Angeles Lakers , Boston , Celtics , 2007-08 , giugno 2008 , playoff nba 2008 , 18 giugno 2008




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

NBA
LAKERS CAMPIONI PER LA QUINDICESIMA VOLTA!
Orlando Magic sconfitti per 4 a 1. Decisivo Bryant.

Alice Cup
JOIN THE GAME ALICE CUP, LA FINALE A JESOLO
Nella splendida cornice di Jesolo (Ve) si è svolta la Fase Finale di Join the Game - Alice Cup

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
TEMPO DI SEMIFINALI PER BENETTON BASKET
Gara #1 di Montepaschi Benetton Basket si giocherà Sabato30

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

NBA. Michael Jordan, sua altezza aerea

Pistons. I campioni NBA 2003 - 2004

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA 2K7 per Xbox

NBA 2K7 per PlayStation 2

NBA Ballers: Rebound

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Live 07 per Xbox

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni. Vol. 2

NBA Live 07 per PC

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
avellino
Tutti i club