Sito Basket
 

Utah Jazz-Los Angeles Lakers 123-115 (2-2)
I Lakers perdono la seconda consecutiva a Salt Lake City e vanno sul 2 a 2 nella serie, con un Kobe massacrato da un problema alla schiena e alla ricerca di una vittoria che tarda ad arrivare.

Pubblicato da: Roberto Viarengo on 12 Maggio 2008

Quarto incontro tra due squadre che stanno dando vita ad un secondo turno davvero interessante in questa post season 2008 nella parte ovest degli States. Dopo i primi tre match dove a vincere è risultata essere sempre la squadra di casa, oggi ancora all’Energy Solutions Arena di Salt Lake City, Lakers e Jazz si preparavano ad affrontarsi in un agguerrito match dove l’obbligo per entrambi i team era uno ed uno soltanto, vincere.


Bryant
Bryant (da yahoo.com)
Con i Lakers forti del parziale in loro favore, che li vedeva in vantaggio per 2 ad 1 nella serie, a voler infliggere un buon colpo ai loro avversari per poi giocarsi il match point in casa, e con i Jazz, dal canto loro, rinvigoriti dalla recente doppiavvù, con la voglia assoluta di portarsi sul due pari prima di lasciare nuovamente lo Utah, le premesse per un ottimo incontro erano tutte li presenti, in attesa che i giocatori scendessero sul parquet.

Le squadre scendono in campo con i quintetti classici e come in gara 3 è buona la partenza per i Jazz. A testimonianza del fatto che la “bacchettata” di Jackson è andata a segno, Gasol sembra avere un approccio al match totalmente differente rispetto a quello del precedente incontro. Per i padroni di casa sin dalla palla a due è deron Williams a suonare la carica, coadiuvato inizialmente da un ottimo Brewer che sfrutta spesso il suo atletismo. Approccio aggressivo alla gara anche per Kirilenko, anche lui artefice del più 10 Utah già a metà del primo quarto di gioco. Mini break dei Lakers che a 3 minuti dalla prima sirena, piazzano un 6 a 0 in 50 secondi di buon auspicio per gli ospiti, ma la risposta dei padroni di casa non si fa attendere, che grazie anche ad un ispiratissimo Harpring, chiudono in vantaggio la prima parte di gioco con il parziale di 31 a 21.

Inizia il secondo quarto e salta subito all’occhio la vistosa fasciatura sulla schiena per Kobe, che dolorante siede in panchina. Dopo soli 2 minuti di gioco, Turiaf viene espulso per un fallo su Price, indiscutibile il fischio arbitrale, ma assolutamente esagerata l’espulsione per il numero 21 giallo-viola. Il gioco prosegue ed i Lakers appaiono più energici anche in zona pitturata facendo loro diversi rimbalzi offensivi che vanno ad esprimere un altro aspetto in completa antitesi con il match precedente. Due triple consecutive di Sasha ed un fantastico gioco da 3 punti di Odom, entrato definitivamente in partita, riavvicinano i Lakers ai loro avversari, ma la difesa giallo-viola ed i troppi liberi, anche di Kobe, non messi a segno, fanno ristabilire subito la distanza tra i due team sulla decina, più 11 per l’esattezza. Negli ultimi 3 minuti di gioco però, altro break degli ospiti, stavolta deciso e determinato a far cambiar rotta all’incontro, con i giallo-viola che piazzano un 19 a 6 senza storia che spezza il fiato ai padroni di casa e fa terminare in parità il primo tempo sul punteggio di 55 a 55, dopo il parziale di quarto di 34 a 24 in favore di L.A. ed una magia di Bryant sulla sirena.

Con l’inizio della terza frazione si sbloccano Boozer ed Okur, che insieme a kobe e Fisher, partecipano attivamente al punto a punto tra i due team dei primi 5 minuti di gioco. Dopo un primo movimentato equilibrio a salire in cattedra è il solito Deron Williams, che costringe palesemente Jackson al time out prima che Utah allunghi di nuovo. Ancora due magie dell’ Mvp 2008 fanno restare i Lakers a contatto, ma altrettante palle perse dei giallo-viola evitano che le due squadre tornino in parità. Pur sofferente, Bryant continua ad incantare con giocate di altissimo livello prima di sedersi in panchina nell’ultimo minuto di gioco. La maggior determinazione dei padroni di casa però e, nell’atto pratico, una tripla di Korver negli ultimi secondi, consentono ai Jazz di terminare avanti questo terzo quarto con il punteggio di 79 a 75, dopo il singolo parziale, ovviamente in loro favore di 24 a 20.

Inizia l’ultimo quarto e la partenza di Utah è fulminante davanti alla quale nulla possono le seconde linee di L.A. che tornano subito sotto di 9. La grinta di odom prova a tener vivo il match per i suoi, ma la brutta prestazione di Farmar, oltre a bissare la stessa di gara 3 non regala nulla di positivo ai giallo-viola. Con Turiaf espulso si rivede in campo Mbenga che prova a dare un contributo ai suoi con due belle giocate difensive non premiate purtroppo però dagli arbitri con dei fischi abbastanza discutibili. Sotto di 10 a 7 minuti dal termine è lo starting five a rientrare in campo per Los Angeles, nel tentativo di ribaltare in maniera immediata il risultato. Le difficoltà per gli ospiti sembrano aumentare, Millsap in zona pitturata la mette sul fisico ma i Lakers non rispondono a dovere, perdendo qualche possesso, per di più, in maniera anche imbarazzante. I Jazz continuano a macinare gioco e segnano il loro massimo vantaggio con il più 12, ma tre triple consecutive di Fisher in immediata risposta ed un tecnico fischiato ad Okur, riaprono il match con 3 minuti sul cronometro. Bryant porta i suoi sul meno 1 con una splendida giocata da 3 punti ma Williams risponde immediatamente con un’altra meraviglia, anche se viziata da una probabile infrazione di campo, regalando il più 3 ai suoi con un solo minuto sul cronometro. In un finale più che concitato, Odom trova il canestro della parità con una perla da 3 su assist di Bryant. Due liberi messi a segno da Boozer regalano il momentaneo vantaggio ai Jazz ma un rimbalzo offensivo ed il canestro ancora di Odom, a seguito di uno sbaglio di Kobe, portano le due squadre in parità con 4,6 secondi sul cronometro, non utili però a Williams per mettere il tiro della vittoria ed è overtime.

Inizia il supplementare con Fisher fuori per falli ed Okur a trascinare i suoi con 4 punti ed un rimbalzo offensivo fondamentale, che tutto unito agli errori dei giallo-viola, permettono subito a Utah di andare in vantaggio. Bryant decide di prendersi tutti i tiri a disposizione per gli ospiti e ancora fortemente dolorante alla schiena non riesce a metterli dentro. I Jazz si fanno ancora sotto con un gioco da 3 punti di Kirilenko, viziato però da un passi in partenza non ravvisato dagli arbitri. Con 35,5 secondi sul cronometro Bryant sbaglia ancora da sotto e dopo i 2 liberi di Korver i padroni di casa si trovano sul più 7. Poi è la volta del 24 in lunetta che ne mette 3 su 3 ma la danza dei liberi continua ad oltranza con Williams e nuovamente con Korver, preceduto solo da una schiacciata di Odom. Negli ultimi secondi Kobe fallisce ancora dalla distanza ed i successivi 2 punti dalla lunetta per il play dei Jazz sanciscono il 123 a 115 finale per Utah, dopo un parziale disastroso per i los angelini perso per 7 a 15.

Sono sei i giocatori in doppia cifra per i padroni di casa, con Williams (29 pts, 14 ast), Boozer (14 pts, 12 reb) ed Okur (18 pts, 11 reb), con una doppia doppia a referto.

Per i Lakers invece sono cinque le persone in doppia cifra con Bryant (33 pts, 10 reb, 8 ast), Gasol (23 pts, 10 reb) ed Odom (26 pts, 13 reb) anche loro in doppia doppia.

Dopo questa sconfitta, la seconda consecutiva per i giallo-viola, la serie è ferma sul 2 a 2 ed il prossimo match tra i due team si giocherà nella notte tra mercoledì 14 maggio e giovedì 15, allo Staples, ore 4:30 (ora italiana), quando gli uomini di Jackson, spinti dal pubblico amico, tenteranno una tanto attesa inversione di rotta, con la speranza che la squadra dimostri carattere e che il 24 sia tornato in una buona forma fisica.





Parole chiave: jazz , News , Basket , NBA , Utah , Los Angeles Lakers , 2007-08 , maggio 2008 , playoff nba 2008 , 12 maggio 2008




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

NBA
LAKERS CAMPIONI PER LA QUINDICESIMA VOLTA!
Orlando Magic sconfitti per 4 a 1. Decisivo Bryant.

Alice Cup
JOIN THE GAME ALICE CUP, LA FINALE A JESOLO
Nella splendida cornice di Jesolo (Ve) si è svolta la Fase Finale di Join the Game - Alice Cup

Basket
QUARTI PLAYOFF, E’ TEMPO DI GARA #3 AL PALAVERDE
BENETTON BASKET – LA FORTEZZA, SABATO 23 ORE 20.30

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
TEMPO DI SEMIFINALI PER BENETTON BASKET
Gara #1 di Montepaschi Benetton Basket si giocherà Sabato30

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

NBA 2K7 per Xbox

NBA 2K7 per PlayStation 2

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

NBA Ballers: Rebound

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Live 07 per Xbox

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni. Vol. 2

NBA Live 07 per PC

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate

NBA Live 07 per PS2

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
Aj.F Basket
Tutti i club