Sito Basket
 

Siena batte il CSKA
Buona prova per la Premiata

Pubblicato da: Giovannimatteo Tuzzi on 17th September 2007

MONTEPASCHI SIENA – CSKA MOSCA 72-67

MONTEPASCHI SIENA: McIntyre, Eze, Sato, Thornton, Stonerook; Berti, Ilievski, Metreveli, Carraretto, Ress, Martone, Crotta, Stonerook. All. Pianigiani.
CSKA MOSCA: Yarbrough, Martin, Andersen, Voroncevich, Langdon; Pitejkov, Golovin, Kashirov, Sashkov, Kolesnikov, Grant, Zabelin, Shved. All. Messina.
Arbitri: Seghetti, Ursi, Pasetto.
Note: parziali: 20-20; 35-42; 51-53. Tl: Mps 14/18,Cska 10/13. T2p: Mps 17/37, Cska 21/41. T3p: Mps 8/22, Cska 5/15. Rimbalzi: Mps 33 (19 dif, 14 off), Cska 34 (21 dif, 13 off). Uscito per 5 falli: Ress.

LA Montepaschi non si smentisce: fa sua anche la seconda edizione del trofeo Stefano Bellaveglia con una prestazione che conferma il dna della scorsa stagione, ovvero grazie ad una seconda parte della sfida con una intensità che ha piegato gli avversari. Anche se questi indossano la maglia del Cska Mosca, privo comunque dei tanti nazionali impegnati nelle finali dei campionati europei.

LA SQUADRA di Pianigiani è stata costretta a subire la maggiore fisicità e fluidità del team di coach Messina, nel secondo parziale protagonisti con Andersen e Voroncevich del break che l’ha portata avanti sul 31-40. Poi,nel terzo parziale, la difesa di Sato su Langdon, i raddoppi su Andersen grazie a Stonerook e poi Ress, hanno dapprima limitato il potenziale offensivo del Cska, e con Thornton e Carraretto Siena è rientrata a stretto contatto.

ALL’INIZIO dell’ultimo parziale, il sorpasso dei biancoverdi con Thornton che riesce a vincere il duello con Langdon, che ha però ancora la ‘benzina’ del controbreak sul 57-58. L’ultimo vantaggio dei russi è sul 57-59 al 34’, poi sale in cattedra Ilievski, che detta i ritmi, illumina la squadra, e trova anche il tiro da tre punti. Insieme a Sato, è il protagonista dell’allungo definitivo, sul 70-62, con la ciliegina dell’immediato vantaggio in doppia cifra firmato con i tiri liberi da Mc Intyre, alla ricerca del tiro pesante (solo 1/6). Al 38.30 finisce la sfida, poi è sola accademia. Ma intanto la prova di carattere messa in campo dai biancoverdi,in attesa che arrivino Kaukenas e Lavrinovic, è nel segno della continuità rispetto alla scorsa stagione. La Montepaschi sembra proprio essersi incamminata sullo stesso sentiero intrapreso la scorsa stagione.



Stonerook
Stonerook (da menssanabasket.it)
PREMIATA – SEBENICO 111 - 69

PREMIATA: Minard 12, Ford 24, Garris 10, Cinciarini 11, De Luca 3, Vitali 22, Amoroso 9, Steffel 10, Lechthaler 6, Canavesi 4. All. Finelli.

SEBENICO: Nerber, Mijalic, Drezqua 19, Roncevic 3, Dilan 4, Vlajc 7, Sarin, Mukicevic 10, Petkovic 9, Males 10, Vrkic 7. All. Bajramopic.

PARZIALI: 27-16, 54-34, 83-56.

NOTE: espulso il tenico del Sebenico al terzo quarto. Uscito per 5 falli: Vrkic (S). Spettatori circa 500.

Dopo il ko contro i turchi del Telekon Ankara, la Premiata Montegranaro vince largamente contro i croati del Sibenka Sebenico, superati per 111-69 nella seconda sfida del Torneo delle Rose di scena a Roseto. Partita a senso unico quella giocata dagli uomini di Finelli che si sono imposti con 42 punti di scarto che sono valsi il secondo posto nell’edizione n.62 del torneo abruzzese, il più vecchio d’Europa tra le amichevoli di prestigio del precampionato.

Prima classificata è la Turk Telekon Ankara che aveva già vinto le altre due partite del triangolare. Il pronostico era prevedibile dato che il Sebenico milita in A2 del campionato croato.

Nonostante le grandi assenze di Jobey Thomas e Damian Filloy, entrambi infortunati, i croati hanno resistito un solo quarto, che si è comunque concluso con un forte vantaggio dei marchigiani; poi, dal secondo periodo, i ragazzi gialloblù (seguiti dalla dirigenza al completo e dai fedelissimi) hanno camminato sul velluto.

Sebenico ha iniziato a non credere più nella vittoria: troppo presto ha ceduto il passo alle iniziative degli italiani che si sono concessi anche qualche leziosismo in virtù dei tanti spazi lasciati dagli avversari. Il terzo quarto è stato il più avvincente con un parziale di 29-22 nel comlplesso quello in cui si è segnato di più. Oltre alla gara però si sono accesi anche gli animi, soprattutto sulla panchina ospite con la conseguente espulsione dell’allenatore croato. Nel finale invece resa del Sebenico che totalizza soltanto 13 punti. Ne approfitta Ford che ha letteralmente incantato il pubblico con uno show a suon di schiacciate e stoppate spettacolari. L’ottima prestazione gli è infatti servita a conquistare il titolo di miglior rimbalzista del torneo (il cannoniere invece è stato Michael Wright del Turk Telekon Ankara che ha totalizzato 44 punti messi a segno in 2 gare). Molto bene anche Vitali con 22 punti e Amoruso il cui ritorno a Roseto dopo quasi 10 anni è stato molto gradito ai tifosi che l’hanno applaudito continuamente (è stato lui da capitano a ritirare il trofeo). Anche Garris, apparso sottotono nella prima contro i turchi, ha disputatato un’ottima gara, cancellando ogni dubbio sulle sue condizioni fisiche. Tra le file del Sebenico invece si è distinto Drezqua che ha segnato ben 19 punti e ha trascinato la squadra fino alla fine.

Pierrel C. d'Orlando - Partizan Belgrado 79-81

Pierrel Capo d'Orlando: Pozzecco 20, Bruttini, Howell 5, Ndoja, Falls 10, Pomenti, Fabi, Slay 16, Diener 12, Wallace 9, Wojcik 7, DeRogatis ne. All.: Sacchetti. Partizan Belgrado: Tepic 4, Riznic, Kecman 8, Jaramaz, Borobnjak 4, Palacio 8, Velickovic 20, Canak 2, Pekovic 18, Vitkovac 15, Durkovic 1, Bozic 1. All.: Vujosevic. Arbitri: Crescenti, Sahin e Paternicò.
Galatasaray 68
Tolone 77
Galatasaray: Turetken 5, Avery 11, Hachiloglu, Ersoz 8, Greene 8, Ozurganci, Kaya 15, Besok 2, Gaines 15, Nalga, Blunnt 2, Solak 2. All.: Ozyer. Tolone: Atembina, Perincic 14, Ajinca 5, Legname 6, Colson 13, Milling 2, Williams 8, Masingue 10, Nichols 13, Mills 6. All.: Weisz. Arbitri: Capurro, Cappello e Di Modica.

Un' Orlandina in netta crescita specie in difesa rispetto alla semifinale con il Tolone non riesce a ribaltare il pronostico cedendo nell'infuocato finale al Partizan Belgrado. Partita punto a punto, con i paladini che vedono infrangersi i sogni di una clamorosa vittoria a 16" dalla sirena quando, sotto di un punto (77-78), la tripla dall'angolo di Slay viene stoppata da Kecman. Mvp Pozzecco (20 punti e 28 di valutazione), mentre la "stella" dei serbi Palacio, a corto di preparazione, ha giocato a sprazzi.
Va al Tolone la finalina del Memorial "Carone" con il Galatasaray al termine di una gara agonisticamente vibrante, che i transalpini hanno ipotecato nella prima frazione (15-24) quando hanno colpito in contropiede capitalizzando errori in attacco degli avversari che hanno concesso anche troppe conclusioni da sotto ai lunghi Williams e Masingue. Francesi a +12 all'intervallo lungo (45-33), vantaggio rosicchiato fino a -5 al 25' (54-49) dai turchi che vengono ricacciati indietro da Perinicic e Colson.



LOTTOMATICA ROMA – VIRTUS BOLOGNA 92-90


LOTTOMATICA ROMA: Giachetti 23, Fucka 10, Tonolli 4, Drejer 7, Stefansson 6, Bagnoli 14, Ray 10, Silvester 6, Gabini, Stazic ne, Todorovic 12. All. Saibene.
VIRTUS BOLOGNA: Holland 25, Spencer 18, Conroy 11, Lestini 11, Crosariol 6, Giovannoni 8, Canelo ne, Chiacig 7, Di Bella 4, Novi ne, Da Ros ne, Garri. All. Pillastrini.
Arbitri: Ciaglia, Perretti, Federici.
Note: parziali 24-22; 47-45; 69-70.

APERTA con una sconfitta, lunedì scorso, nel derby al PalaDozza, la Virtus che oggi presenterà al Cierrebi il nuovo sponsor La Fortezza, chiude la settimana con il quinto ko consecutivo.
Un ko per di più firmato Christian Drejer. E’ il Principe di Danimarca che, negli ultimi secondi della gara, lucra un fallo a Holland. In lunetta il danesino non sbaglia e regala alla Lottomatica Roma il terzo posto nel torneo organizzato al PalaMaggiò di Caserta dalla Pepsi.
Grande equilibrio — a Roma, tra gli altri, manca Gelsomino Repesa, impegnato fino a ieri a Madrid, dove la sua Croazia ha conquistato il sesto posto finale — per tre quarti, poi l’allungo che pare decisivo per i bianconeri.

QUANDO mancano cinque minuti alla sirena la Virtus ha un vantaggio di nove lunghezze, 85 a 76. Potrebbe bastare perché la Virtus conserva due punti, 90 a 88, a 27 secondi dalla sirena. Poi due liberi di Giachetti, una palla persa e i due personali, già citati, del Principe di Danimarca.

PEPSI – SNAIDERO (d1ts) 76 - 78

PEPSI CASERTA Childress 3, Gatto 16, Larranaga 22, Johnson 9, Labella 3, Frosini 10, Grappasonni 2, Ghiacci 5, Zig 6. Coach Trinchieri.
SNAIDERO UDINE Vetoulas 2, Zacchetti 10, Green 20, Antonutti 7, Di Giuliomaria, Schultze 14 Penberthy 10, Sales 5, Allen 10; non entrati: Truccolo, Bosio e Lovatti. Coach Pancotto.
ARBITRI Castelluccio, Weindmann e Caiazza.
NOTE Quarti: 18-17, 40-37, 57-52, 69-69.

Successo della Snaidero Udine nella finale del Città di Caserta. La squadra di coach Pancotto ha sconfitto un’effervescente Pepsi, padrona di casa, che si candida per la promozione diretta in serie A. L’affermazione di Allen e compagni è maturata soltanto nel supplementare, dopo che la Pepsi ha sfiorato il successo. È stato un confronto serratissimo, con Allen e Penberthy che soffrivano non poco le trovate della squadra di Trinchieri, brava nel trovare le soluzioni più giuste e a sfruttare il peso di Johnson sotto canestro. La Snaidero, una settimana dopo il memorial Boz vinto a San Vito al Tagliamento, fa comunque il bis.
Childress e compagni non si lasciano intimidire dal galoppo iniziale della Snaidero: 0-6. Ci pensa Gatto a riportare in quota la Pepsi. La Snaidero va al riposo lungo con un ritardo di 3 punti, consapevole di potere gestire meglio l’organizzazione difensiva.
Il quarto fallo di Larranaga in apertura del terzo periodo crea qualche problema in casa della Pepsi, anche in considerazione delle assenze per infortunio di Tutt e di Plumari. La Snaidero sfrutta il talento di Green per riavvicinarsi ai casertani (50-46 al 25’), ma puntuali i bianconeri trovano lo spazio per replicare andando a canestro: 53-46 grazie all’unica tripla di Labella.
Nell’ultima frazione la Snaidero aumenta la pressione difensiva: 64-64 al 38’. Finale al cardiopalmo con Udine avanti di 2 punti a -20’’: 67-69. Ultimo tiro affidato a Johnson che segna la parità (69-69) a -2’’ e si va al supplementare sull’ultimo tiro sbagliato da Green.
A -2’’ dalla fine dell’overtime si replica la stessa situazione, con la Snaidero che può sfruttare l’ultimo possesso: stavolta Green non sbaglia e la squadra di Pancotto può uscire dal parquet del Palamaggiò con le braccia levate. Childress è stato premiato quale Mvp del torneo.

Va all'Eldo Napoli il torneo di Scafati: battuta Rieti 79-77 dopo un overtime: Monroe 32 punti e Rivera 12 (autore del canestro con libero aggiuntivo a 3" dalla fine). L'Air Avellino ha sconfitto la Legea Scafati 99-86 (Smith 25; Datome 15): espulso Radulovic per doppio tecnico, con tentativo di aggressione all'arbitro Aronne.





Parole chiave: News , Basket , Legabasket , 2007-08 , settembre 2007 , amichevoli legabasket 2007 , 17 settembre 2007




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

Legabasket
LEGABASKET: I RISULTATI DELL'ULTIMA DI REGULAR SEASON
Benetton espugna Bologna, ad Avellino il derby campano.

Legabasket
PLAY OFF BENETTON BASKET: TUTTO BLOCCATO, VENERDI’ NON SI GIOCA
Il calendario dei play off subirà uno slittamento a causa del ricorso presentato dalla Fortitudo Bologna

Legabasket
DA LAS VEGAS UN GIOIELLO PER LA BENETTON BASKET
CARTIER MARTIN, EX BOBCATS, 20 DI MEDIA ALLA SUMMER LEAGUE

Legabasket
BENETTON A JESOLO, PROFUMO D’EUROPA
DOMANI SERA CONTRO L’OLIMPIA LUBIANA

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

Fronte del Basket

Almanacco ufficiale del campionato italiano di basket

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Live 07 per Xbox

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni. Vol. 2

NBA Live 07 per PC

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate

NBA Live 07 per PS2

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate. Vol. 2

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
dd
Tutti i club