Sito Basket
 

 
Qui Fortitudo
L'analisi su Upim-Armani Jeans

Pubblicato da: Luca Pasetto on 30th December 2007

Una Fortitudo a due facce chiude l’anno con l’ennesima sconfitta di questa travagliata stagione. Ad approfittarne questa volta è l’Armani Jeans, altra nobile decaduta del basket italiano. In una sfida tra squadre tempestate di problemi infatti, è il maggiore talento dello starting five meneghino a fare la differenza.
Il primo quarto è una debacle per l’Aquila: già dalla prima azione Gallinari mostra a tutti perché tra un paio d’anni, salvo infortuni gravi, sarà in NBA: un arresto e tiro di pregiata fattura per il primo canestro della partita. Anche a causa dei problemi di falli di Vukcevic giocherà tutta la partita, salvo qualche secondo. Gli stessi colpiscono da fuori, mentre la Fortitudo deve andare ad attaccare il ferro per trovare i suoi punti, con Janicenoks e Jenkins, che scarica a Thomas per una facile schiacciata. Dopo il canestro di Iturbe che vale il 7-9 però, cinque minuti orribili in attacco, costellati di palle perse, anche su aperture dopo canestro subito, e la buona vena dei tiratori milanesi, scavano un solco che non sarà più colmato. Il solo Jenkins riesce, in mezzo a tanti errori, a trovare la via del canestro, e l’Olimpia ha gioco facile a portarsi su un 30-11 di fine primo quarto. La Fortitudo sembra aver smarrito quella grinta che aveva mostrato nelle prime giornate di campionato, quando sopperiva alla congenita mancanza di talento con l’aggressività difensiva.
L’Elettricista infatti, reduce da una prestazione da 0/12 con però i liberi della vittoria a Rieti, è l’unico che possa in qualche modo segnare, non tuttavia attraverso i giochi, ma con le solite soluzioni personali che lo portano ad esagerare. Da’ comunque l’illusione ad inizio secondo quarto di volersi caricare la squadra sulle spalle, con due triple che ricuciono lo strappo. La panchina dell’AJ produce poco, ma Shaw fa il suo lavoro sotto canestro, e, complice anche le deficienze difensive della Fortitudo, realizza quattro punti in un momento difficile per la sua squadra. Calabria ancora da fuori mantiene la squadra di casa in linea di galleggiamento, ma sono ancora i titolari di Milano a punirla: Sesay, che come tutti i lunghi dotati di tiro contro gli statici avversari biancoblu va a nozze, e Gallinari, poco appariscente a tratti, ma che fa letteralmente impazzire i suoi marcatori. In questo primo tempo il bilancio della “sfida” tra giovani promesse con Mancinelli, anche se quest’ultimo ormai è difficile definirlo tale, è impietosa, ma Torres non fa molto meglio. Le squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 27-49, mentre il pubblico inferocito tempesta la Fortitudo di fischi.
Aradori apre il terzo quarto con una tripla ed ogni timida reazione di Bologna è frustrata dalla pronta risposta milanese. Torres si sveglia quando sembra ormai troppo tardi, e la tripla di Booker per il 38-60 a quattro minuti dalla fine del tempo sembra la degna conclusione della partita. In un certo senso lo è, perché da questo momento in poi, la Fortitudo, ormai consapevole di non avere più nulla da perdere, gioca ogni pallone come se fosse l’ultimo, e, soprattutto, gira una vite in difesa. La stanchezza dei giocatori dell’Olimpia aiuta in questo senso, anche a causa dei problemi di falli di Vukcevic, tanto che, dopo aver chiuso il quarto sotto di 15, Bologna prosegue nella sua rimonta, fino ad un irreale 61-62, che significa 23-2 di parziale. Il solo Gallinari con due liberi riesce a segnare, il pubblico entra nella partita e la maggiore pressione difensiva causa contropiedi con cui la Fortitudo supplisce all’incapacità di giocare a difesa schierata. Un po’ di fortuna, ad esempio la tripla allo scadere dei 24 secondi di Mancinelli, fa il resto.
Ma è facile rimontare quando non si hanno pressioni addosso, meno facile è gestire i finali punto a punto: Jenkins non sarà un ragioniere, ma la sua assenza nell’azione decisiva sul meno uno si fa sentire, perché Torres si va a schiantare contro i lunghi meneghini, e dall’altra parte Sesay riporta due possessi di distanza tra le squadre. Mazzon corre ai ripari reinserendo il play USA, ma è freddo, e il suo tentativo non trova il bersaglio. Due liberi di Sesay, ancora, chiudono la questione, e le ultime speranze fermando il cronometro non vanno a buon fine.
La Fortitudo continua ad avere bisogno di punti nelle mani, che devono arrivare necessariamente dal mercato. Probabilmente qualcuno, abbagliato dall’ultimo quarto, parlerà di “cuore”, ma è un termine abbastanza improprio visti i primi 30 minuti di partita. Milano del resto non può gioire troppo per questa vittoria, dato l’avversario incontrato.





Parole chiave: Basket , News , Legabasket , Armani Jeans , Milano , Fortitudo Bologna , 2007-08 , UPIM , dicembre 2007 , 30 dicembre 2007




COMMENTI DEGLI UTENTI ALLA NOTIZIA

Questa notizia non ha ancora ricevuto commenti



Aggiungi un tuo commento per questa news
Titolo del post(*):
Testo del post:(*)
(*)Questo campo è obbligatorio


Per inviare articoli, opinioni ed analisi clicca qui

Biglietti per eventi sportivi

LegaBasket
LegaDue
EuroLega
NBA
ULEB
Video
Focus
Canestro e Fallo
Flash News
History
Nazionali
I love this game
Osservatore dell'Agro Basket
Contatti


classifiche

Classifica Legabasket
Classifica Legadue
Classifiche Eurolega

Classifiche NBA

calendari

Calendario Legabasket
Calendario Legadue
Calendario Eurolega

Legabasket
LEGABASKET: I RISULTATI DELL'ULTIMA DI REGULAR SEASON
Benetton espugna Bologna, ad Avellino il derby campano.

Legabasket
PLAY OFF BENETTON BASKET: TUTTO BLOCCATO, VENERDI’ NON SI GIOCA
Il calendario dei play off subirà uno slittamento a causa del ricorso presentato dalla Fortitudo Bologna

Legabasket
DA LAS VEGAS UN GIOIELLO PER LA BENETTON BASKET
CARTIER MARTIN, EX BOBCATS, 20 DI MEDIA ALLA SUMMER LEAGUE

Legabasket
BENETTON A JESOLO, PROFUMO D’EUROPA
DOMANI SERA CONTRO L’OLIMPIA LUBIANA

Legabasket
SUTOR, PERPLESSITA' PER GLI OBIETTIVI DELLA STAGIONE 2009-2010
Assemblea pubblica Venerdì

Legabasket
Sutor e Finelli si separano
L'allenatore e la società comunicano insieme il termine della collaborazione

Legabasket
ECCO IOANNIS KALAMPOKIS, MISTER AGGRESSIVITA'
ESORDIO GIOVEDI' ALLE 20.30 AL PALAVERDE CONTRO TERAMO

Sondaggi
Mercato
Chi sarà il pezzo pregiato del prossimo mercato?
Green (Avellino)
Wood (Cantù)
Ford (Montegranaro)
Finley (Rieti)
Risultati sondaggio

Slam 2000. Un'estate sotto canestro

Fronte del Basket

Almanacco ufficiale del campionato italiano di basket

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni

NBA Live 07 per Xbox

NBA Street Series. Ankle Breakers. I più grandi campioni. Vol. 2

NBA Live 07 per PC

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate

NBA Live 07 per PS2

NBA Street Series. Dunks! Le migliori schiacciate. Vol. 2

 
Random Clubbers
Tutti i clubbers

Poker Online

Giocopoker.tv Cerchi dritte e suggerimenti per giocare a Poker Online?
Giocopoker.tv è il sito che fa per te. Su Giocopoker.tv puoi trovare le ultime notizie dal mondo dei professionisti del poker e recensioni dettagliate delle migliori poker rooms del web. Free rolls e bonus di benvenuto non avranno più segreti per te!

Gioca a poker online !

Ultimi post dai blog
Inserito da: sportingsalaria
MASTER OVER 40 PESARO 2011
RISULTATI PESARO 2011 1- ASD SPORTING SALARIA 77 VITO LEPORE 49 2- ASD SPORTING SALARIA 67 POL.DIL. PESARO 89 3- ASD SPORTING SALARIA 75 CASTELFIDARDO 73 4- ASD SPORTING SALARIA 70 JUVECASERTA 68 ABBIAMO VINTO 3 PARTITE FINITO IN 9° POSTO ASSURDO!!!!!!!
Inserito da: simomarchi
simovirtus
virtussiena
Random Club
Polisportiva Copertino
Tutti i club